Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2012/2013

Obiettivi formativi

Il corso si pone l’obiettivo formativo di accrescere le conoscenze relative alla mediazione dei conflitti in ambito familiare, alla prevenzione del disagio giovanile e alla rete dei servizi socio-sanitari nella Regione Marche, con riferimento alla sua applicazione ed alla professionalità del mediatore.

Il corso si rivolge prioritariamente agli operatori e ai professionisti che già lavorano nell’ambito della mediazione dei conflitti, la prevenzione del disagio giovanile e la rete dei servizi socio-sanitari nella Regione Marche, in vista del loro aggiornamento professionale e della costruzione di procedure operative condivise. 

Saranno realizzati due corsi, con identiche finalità, struttura e organizzazione, requisiti e modalità di ammissione, che si svolgeranno rispettivamente in due sedi diverse:

- Fano, Via Arco di Augusto 2, presso la sede distaccata dell’Università di Urbino;

- Macerata, presso la sede dell’Università di Macerata, Via Don Minzoni, 2.

Ciascun corso avrà la durata complessiva di 400 ore

La frequenza del corso per almeno i 2/3 delle lezioni e laboratori previsti, il superamento delle verifiche di profitto e della prova finale, permettono il conseguimento di 16 crediti formativi universitari e il rilascio di un attestato di partecipazione.

Ai partecipanti uditori che avranno frequentato almeno i 2/3 delle lezioni e laboratori previsti nel corso, che avranno superato le verifiche di profitto e della prova finale sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Le lezioni avranno inizio nel mese di giugno 2013, si svolgeranno il venerdì negli orari 9-13 e 14-18, ed il sabato nell’orario 9-13, a settimane alterne tra le due sedi, e si concluderanno nel mese di marzo 2014 con la prova finale.

I temi affrontati nei corsi riguardano:

Le famiglie e il loro contesto socio culturale (Mediazione dei conflitti in ambito familiare, ruoli e compiti educativi - Mediazione dei conflitti familiari e multiculturalità);

La mediazione familiare. Esperienze di applicazione a confronto;

Il contesto normativo della mediazione familiare: limiti e potenzialità  (Diritti dei minori, tecniche negoziali  e mediazione dei conflitti in ambito familiare);

La dimensione psicologica delle relazioni familiari  (Genitorialità, sviluppo infantile e dinamiche di gruppo in ambito familiare - Comunicazione e dinamiche di gruppo in ambito lavorativo e familiare nel superamento di conflitti);

Costruzione della rete dei servizi di mediazione e individuazione di linee guida regionali  (Empowerment delle famiglie e welfare comunitario - I servizi di mediazione familiare nelle Marche: mappatura, potenzialità e limiti, identificazione delle linee guida regionali - La costruzione della rete dei servizi di mediazione familiare nelle Marche: gli attori e il contesto regolativo)

 

 

Il corso è attivato dall'Università di Urbino Carlo Bo in collaborazione con gli altri Atenei delle Marche e del Tribunale per i Minorenni di Ancona.

 

 


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top