Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Al Festival di Venezia assegnato il  Green Drop Award: “Il Buco” di Frammartino premiato come film “geologico”

Comunicato stampa pubblicato il giorno 10/09/2021

“Per il rigore con cui descrive la grandiosa bellezza della natura, conducendo la rappresentazione su un piano quasi mistico, che riesce a coniugare il viaggio nelle viscere della Terra al percorso della vita; e per la capacità di rendere poeticamente il senso del tempo, conferendo significato allegorico all’esplorazione di un abisso nel Sud italiano e l’edificazione, nel Nord, del grattacielo simbolo di una nuova era… il Green Drop Award 2021 va al film "Il Buco" di Michelangelo Frammartino.

Questa la motivazione della giuria del Green Drop Award che questa mattina al Festival di Venezia ha assegnato il Premio dalle mani dei padrini dell’evento, Lino Banfi e Ron Moss.

La terra che si trova all’interno della Goccia di vetro di Murano – soffiata dal maestro Simone Cenedese – proviene da due vecchie cave inattive ubicate nei pressi della città scozzese di Glasgow e “ci racconta di un significativo riscaldamento climatico avvenuto nell’Era Paleozoica (539-252 milioni di anni fa), tra il Periodo Carbonifero e quello Permiano, quando questa area del Pianeta si trovava ancora a latitudini tropicali”, spiega il professor Rodolfo Coccioni, paleontologo e geologo, professore Onorario dell’Università di Urbino Carlo Bo, che ha curato la raccolta del terreno con Martin Lee, docente di Geologia planetaria e direttore della “School of Geographical & Earth Sciences” dell’Università di Glasgow.

Il Buco racconta dell’impresa di un gruppo di speleologi che nel 1961 si calarono alla scoperta in quella che, all’epoca, si rivelava essere una delle grotte più profonde del mondo, l’Abisso del Bifurto, profondo 683 metri alle pendici del massiccio del Pollino calabrese.
Conosciuto anche come Fossa del Lupo, l'Abisso è un inghiottitoio che si lancia verso il centro della terra per 683 metri di profondità. Si trova in un territorio molto ricco di grotte di origine carsica, quello di Cerchiara di Calabria, sul versante sud est del Parco nazionale del Pollino. Ci troviamo quasi al confine tra Calabria e Basilicata, in una zona dove queste grotte naturali hanno nei secoli offerto riparo ai primi abitanti del luogo, ai monaci basiliani, e più di recente a briganti e pastori. Tra le grotte più profonde del mondo l’Abisso del Bifurto occupa il 40° posto. Gli speleologi la classificano come una delle cavità più difficili dell’intero Sud Italia.

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top