Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


TEORIA E PRATICHE DELL'IMMAGINARIO

A.A. CFU
2011/2012 10
Docente Email Ricevimento studenti
Laura Gemini lunedì 14.00-15.00 e su appuntamento

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

A partire dalla definizione dell'immaginario collettivo come patrimonio simbolico a disposizione della comunicazione e come comunicazione per immagini, il corso si propone di fornire i fondamenti teorici e metodologici dell'analisi dell'immaginario contemporaneo e delle forme che assume in particolare nei prodotti mediali, spettacolari, artistici.
Gli obiettivi formativi si sostanziano nell'osservare e nello sperimentare - attraverso gli interventi seminariali e l'attività di workshop appositamente organizzata nell'ambito delle lezioni - il carattere meta-territoriale e diffuso nei territori mediali dell'immaginario collettivo contemporaneo con un focus particolare al passaggio dall’immaginario rappresentazionista a quello performativo osservato attraverso la lente di osservazione delle pratiche del viaggio e della sua dimensione metaforica.

Programma

1. Fondamenti di teoria dell'immaginario.
2. Simbolo, mito, bacino semantico e tragitto antropologico: l'immaginario fra piano individuale e piano sociale/collettivo.
3. Drammi sociali, teoria della performance e funzioni dell'immaginario.
3. L'immaginario come comunicazione per immagini: il paradosso iconoclastico dell'Occidente.
3. Immaginario e rappresentazioni collettive della modernità: lo spirito del tempo.
4. Le performance culturali artistiche contemporanee come luoghi di osservazione del sociale.
5. Immaginario del viaggio: dalla rappresentazione alla performance.
6. Workshop laboratoriale: analisi dell’immaginario del viaggio.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Gli studenti devono conseguire:
1. Conoscenze e capacità di comprensione: delle forme e dei linguaggi dell'immaginario collettivo contemporaneo attraverso l'acquisizione di competenze teoriche sui modelli con particolare attenzione alle dinamiche relative alle trasformazioni dell'industria culturale.
1.1. Gli studenti conseguono tali conoscenze di base attraverso la frequenza delle lezioni e dei seminari, lo studio dei testi discussi in aula e l'esercitazione in classe
2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: attraverso la capacità di analizzare i prodotti culturali applicando le principali metodologie di analisi.
2.1. Competenze acquisite attraverso momenti di esercitazione laboratoriale in classe.
3. Capacità di giudizio: riflessione critica sulle dinamiche evolutive della relazione tra forme dell'immaginario e società nonché sulle trasformazioni in atto che riguardano la comunicazione nel suo complesso e le forme della comunicazione per immagini in particolare.
3.1. Tale capacità di giudizio dovrà essere applicata nel confronto in aula con il docente e i colleghi, durante le esercitazioni e nella preparazione dell'esame finale.
4. Abilità comunicative: gli studenti sono chiamati ad interagire in aula attraverso domande, scambi con i compagni di studio, stesura di brevi presentazioni in fase di esercitazione.
4.1. Abilità che si esercita in aula con l'organizzazione di momenti di discussione e di esercitazione.
5. Capacità di apprendimento: agli studenti vien richiesto di adottare un metodo di apprendimento critico capace di connettere competenze teoriche e analisi empirica, orientandosi alla specificazione di un pensiero autonomo.
5.1. Abilità da potenziare grazie all'argomentazione con il docente e con i compagni di corso.

Attività di Supporto

Seminari di approfondimento e workshop laboratoriale. Il corso si avvale dell'utilizzo della piattaforma edmodo per la diffusione e la condivisione di materiali di approfondimento.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

 Lezioni frontali, seminari di approfondimento e workshop laboratoriale.

Obblighi

Partecipazione alle lezioni secondo le indicazioni del corso di laurea. Gli studenti sono tenuti a partecipare ai seminari di approfondimento e all'attività laboratoriale con produzione di un lavoro finale.

Testi di studio

- Durand G., L'immaginario. Scienza e filosofia dell'immagine, Red, Como, 1996
- Grassi V., Introduzione alla sociologia dell'immaginario. Per una comprensione della vita quotidinana, Guerini Scientifica, Milano, 2006
- Morin E., Lo spirito del tempo, Meltemi, Roma, 2002
- Gemini L., L'incertezza creativa. I percorsi sociali e comunicativi delle performance artistiche, FrancoAngeli, Milano, 2003
- Gemini L., In viaggio. Comunicazione, immaginario e pratiche del turismo contemporaneo, FrancoAngeli, Milano, 2008
- Bartoletti R., Archetipi dell’immaginario collettivo nel fumetto e nell’animazione contemporanei, Liguori, Napoli, 2011 (in corso di stampa)
- AA.VV., Materiale indicato a lezione, 2011-2012.

Modalità di
accertamento

Studio dei testi indicati e presentazione del lavoro prodotto nel workshop

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Utilizzo della piattaforma edmodo in cui gli studenti non frequentanti possono accedere ai materiali distribuiti in classe.

Obblighi

Studio dei testi indicati.

Testi di studio

- Durand G., L'immaginario. Scienza e filosofia dell'immagine, Red, Como, 1996
- Grassi V., Introduzione alla sociologia dell'immaginario. Per una comprensione della vita quotidinana, Guerini Scientifica, Milano, 2006
- Morin E., Lo spirito del tempo, Meltemi, Roma, 2002
- Gemini L., L'incertezza creativa. I percorsi sociali e comunicativi delle performance artistiche, FrancoAngeli, Milano, 2003
- Bartoletti R., Grandi madri mediali Archetipi dell’immaginario collettivo nel fumetto e nell’animazione contemporanei, Liguori, Napoli, 2011 (in corso di stampa)
- Gemini L., In viaggio. Comunicazione, immaginario e pratiche del turismo contemporaneo, FrancoAngeli, Milano, 2008.
- Leonzi S., Lo spettacolo dell’immaginario. I miti, le storie, i media, Tunué, Latina, 2010.

Modalità di
accertamento

esame orale

Note

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 01/10/2011


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top