Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


CONTABILITà DI STATO

A.A. CFU
2012/2013 9
Docente Email Ricevimento studenti
Matteo Gnes Negli orari indicati nell'apposito calendario affisso in Facoltà e disponibile sul sito web della Facoltà; oppure dopo le lezioni; oppure previo appuntamento da chiedere al docente per email.

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Studiare la disciplina della finanza pubblica (in particolare approfondendo i principi e gli istituti stabiliti dalla normativa statale ed europea), dell'amministrazione della spesa, dei controlli, dei contratti e della responsabilità della pubblica amministrazione, al fine di acquisire la preparazione di base in materia di Contabilità di Stato e degli enti locali.

Programma

Il corso ha ad oggetto la disciplina giuridica della finanza pubblica, dell'amministrazione della spesa, dei controlli, della responsabilità e dei contratti pubblici.

In particolare, nel corso saranno esaminati:

  • la finanza e la contabilità pubblica (finanza pubblica e finanza europea; le fonti ed i principi della finanza; il bilancio; la formazione del bilancio e la manovra finanziaria; la finanza degli enti locali e degli enti pubblici);
  • l'amministrazione della spesa (caratteristiche e disciplina delle procedure di spesa; l'impegno di spesa; i controlli sugli impegni di spesa; le altre fasi del procedimento di spesa; le procedure speciali; la tesoreria; le obbligazioni pecuniarie delle pubbliche amministrazioni e la posizione dei creditori delle amministrazioni);
  • i controlli (il rapporto di controllo; tipi di controllo; cenni sui controlli nelle diverse specie di amministrazioni);
  • la responsabilità (la disciplina costituzionale; la struttura della responsabilità extracontrattuale della p.a.; le azioni di tutela contro l’illecito civile della p.a.; le responsabilità dei dipendenti pubblici);
  • i contratti (l’amministrazione per contratti; i principi e l'evoluzione della disciplina comunitaria; l'organizzazione amministrativa e gestionale degli appalti; la disciplina degli appalti di opere e di lavori pubblici; la disciplina degli appalti di forniture e servizi; le esternalizzazioni; il project financing).
  • Eventuali Propedeuticità

    Si suggerisce di sostenere prima gli esami di Istituzioni di diritto pubblico e di Diritto amministrativo.

    Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

    Obiettivo del corso è di consentire l'acquisizione delle conoscenze di base (teoriche ed applicate), anche attraverso l'esame critico dei materiali che verranno discussi durante la lezione, della finanza pubblica, dell'amministrazione della spesa, dei controlli, della responsabilità e dei contratti pubblici.

    Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

    Modalità didattiche

    Verrà richiesto agli studenti che frequentino il corso di esaminare e discutere in aula casi e materiali (norme, atti di indirizzo, sentenze, relazioni della Corte dei Conti, ecc.), selezionati dal docente, idonei ad abituarli all’uso dei documenti relativi alla finanza pubblica. Della partecipazione degli studenti si terrà conto in sede di esame di profitto.

    Obblighi

    E' suggerita la frequenza assidua alle lezioni.

    Testi di studio

    Poiché non esiste, a giudizio del docente, un testo che approfondisca in modo sufficiente e/o sufficientemente aggiornato tutti i diversi aspetti della materia, sono indicati diversi programmi di studio, che rispondono a differenti approcci e gradi di approfondimento delle tematiche oggetto del corso.

    N.B. Ogni programma di studio è sufficiente per la preparazione dell'esame. Ciascuno studente può quindi liberamente scegliere il programma di studio che preferisce.

    Primo programma:
    A. Brancasi, L'ordinamento contabile, Torino, Giappichelli, 2005 (cap. I-VIII, XI-XV, XVII, XVIII), integrandone lo studio:
    a) della parte sulla finanza pubblica con la lettura di testi aggiornati, come G. de Luca, Contabilità di Stato e degli enti pubblici, Napoli, Simone, ultima ed., parte II (testo che però da solo non è sufficiente per lo studio scientifico della materia), oppure G. Vegas, Il nuovo bilancio pubblico, Bologna, Il Mulino, 2010;
    b) della parte sui contratti, con la lettura delle corrispondenti parti dei testi indicati per gli altri programmi.

    Secondo programma:
    A. Monorchio e L.G. Mottura, Compendio di contabilità di Stato, Bari, Cacucci, 2011 (5a ed.).

    Terzo programma (basato sullo studio di diversi testi, tra cui alcuni capitoli di un trattato e di un manuale, disponibili, per la consultazione, presso la Biblioteca delle Facoltà di Giurisprudenza e Scienze politiche e presso la sede didattica della Facoltà):
    1. sulla finanza e sulla contabilità pubblica: (a) R. Perez, Finanza pubblica, in Trattato di diritto amministrativo. Diritto amministrativo generale, a cura di S. Cassese, t. I, Milano, Giuffrè, 2003, II ed., pp. 587-698; integrandone lo studio con la lettura di testi aggiornati, come (b) G. de Luca, Contabilità di Stato e degli enti pubblici, Napoli, Simone, ultima ed., parte II (testo che però da solo non è sufficiente per lo studio scientifico della materia). Oppure, in alternativa ai due tesi indicati: (c) G. Vegas, Il nuovo bilancio pubblico, Bologna, Il Mulino, 2010;
    2. sull'amministrazione della spesa: F. Battini, L'amministrazione della spesa, in Trattato di diritto amministrativo. Diritto amministrativo speciale, a cura di S. Cassese, t. III, Milano, Giuffrè, 2003, II ed., pp. 2701-2766;
    3. sui controlli: (a) G. Carbone, Corte dei conti, in Enciclopedia del diritto, vol. IV agg. (2000), pp. 479-501; e (b) G. D'Auria, I controlli, in Istituzioni di diritto amministrativo, a cura di S. Cassese, Milano, Giuffrè, 2012 (4a ed.);
    4. sulla responsabilità: L. Torchia, La responsabilità, in Trattato di diritto amministrativo. Diritto amministrativo generale, a cura di S. Cassese, t. II, Milano, Giuffrè, 2003, II ed., pp. 1649-1713;
    5. sui contratti: A. Massera, I contratti, in Istituzioni di diritto amministrativo, a cura di S. Cassese, Milano, Giuffrè, 2012 (4a ed.).

    Modalità di
    accertamento

    Verifica scritta di fine corso (per i soli frequentanti) ed esame orale. Gli studenti devono dimostrare di possedere un’adeguata conoscenza della Costituzione, delle norme europee relative al controllo dei disavanzi eccessivi, nonché dei principali atti normativi che disciplinano la finanza e la contabilità pubblica (ed in particolare una approfondita conoscenza della legge 31 dicembre 2009, n. 196, Legge di contabilità e finanza pubblica, e succesive modifiche, che va studiata nel testo vigente; nonché della legge costituzionale 20 aprile 2012, n. 1, Introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale).

    Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

    Testi di studio

     V. i testi indicati per gli studenti frequentanti.

    Modalità di
    accertamento

    Esame orale. Gli studenti devono dimostrare di possedere un’adeguata conoscenza della Costituzione, delle norme europee relative al controllo dei disavanzi eccessivi, nonché dei principali atti normativi che disciplinano la finanza e la contabilità pubblica (ed in particolare una approfondita conoscenza della legge 31 dicembre 2009, n. 196, Legge di contabilità e finanza pubblica, e succesive modifiche, che va studiata nel testo vigente; nonché della legge costituzionale 20 aprile 2012, n. 1, Introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale).

    Note

    Poiché la materia della finanza pubblica è stata oggetto di recenti riforme, differenti e più aggiornati testi di studio potrebbero essere indicati prima dell'inizio delle lezioni. Ulteriori informazioni, il calendario del corso ed eventuali materiali ed aggiornamenti sono disponibili sul sito web della Facoltà di Scienze politiche, all'indirizzo www.uniurb.it/scipol/cs.htm.

    « torna indietro Ultimo aggiornamento: 17/07/2012


    Condividi


    Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


    Il tuo feedback è importante

    Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

    Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

    Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

    Posta elettronica certificata

    amministrazione@uniurb.legalmail.it

    Social

    Performance della pagina

    Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
    Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
    Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
    2021 © Tutti i diritti sono riservati

    Top