Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


DIRITTI DELLE PARI OPPORTUNITÀ
THE RIGHTS OF EQUAL OPPORTUNITIES

A.A. CFU
2016/2017 6
Docente Email Ricevimento studenti
Antonio Cantaro martedì dalle ore 16,00 alle 19,00
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di offrire agli studenti le categorie concettuali per la comprensione dei diversi diritti delle pari opportunità con riferimento alle discriminazioni sul luogo di lavoro e, più in generale, nella vita associata. A partire dall’analisi del principio d'eguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione Repubblicana, si intende proporre una ricostruzione sistematica delle diverse fattispecie del diritto antidiscriminatorio europeo con un attenzione particolare alla giurisprudenza della Corte di Giustizia e della Corte europea dei diritti dell'Uomo.

Programma

1 - Il concetto generale d'eguaglianza

2 - Principio d’eguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione Repubblicana

3 - Principio di non discriminazione nel diritto dell’Unione europea (origini e sviluppi)

4 - Il nuovo diritto antidiscriminatorio comunitario

5 - Le discriminazioni basate sulla razza e sull’origine etnica

6 - Le discriminazioni basate sulla religione

7 - Le discriminazioni basate sulla disabilità

8 - Le discriminazioni basate sull’età

9 - Le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale

10 - Le discriminazioni basate sul genere

11 - Le pari opportunità nella rappresentanza politica

12 - La cittadinanza italiana ed europea

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

1) Conoscenza e capacità di comprensione: Completa conoscenza del diritto antidiscriminatorio europeo.

2) Conoscenza e capacità di comprensione applicate: Approfondita conoscenza della giurisprudenza della Corte di Giustizia e della Corte europea dei diritti dell'Uomo.

3) Autonomia di giudizio: Capacità di interpretare le fonti del diritto europee ed italiane.

4) Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di intervenire in un dibattito all'interno della classe.

5) Capacità di apprendere: Lo studente dovrà essere capace di orientarsi nella ricerca della giurisprudenza e della normativa comunitaria e nazionale.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Le lezioni saranno integrate da appositi seminari di approfondimento sull'integrazione sovranazionale.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali con approfondimenti della giurisprudenza italiana e comunitaria

Obblighi

Partecipazione ad almeno tre quarti delle ore di lezione

Testi di studio

- M. Barbera (a cura di), Il nuovo diritto antidiscriminatorio, Giuffrè, Milano, 2007 (limitatamente a: Introduzione di Barbera e ai saggi di Gottardi, La Rocca, D'Amico).

Manuale di diritto europeo della non discriminazione, a cura dell'Agenzia dei diritti fondamentali dell'Unione europea, scaricabile gratuitamente dal sito: http://fra.europa.eu/en/publication/2011/handbook-european-non-discrimination-law.

Modalità di
accertamento

Prova orale. Tale modalità di accertamento consente di valutare nel modo più completo, oltre che la capacità comunicativa dello studente, l'acquisizione delle capacità analitiche e critiche richieste allo studente in considerazione della complessità delle tematiche e delle argomentazioni oggetto del corso di cui deve dimostrare la conoscenza e la comprensione.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Lezioni frontali con approfondimenti della giurisprudenza italiana e comunitaria

Obblighi

Frequenza ad almeno tre quarti delle ore di lezione

Testi di studio

- M. Barbera (a cura di), Il nuovo diritto antidiscriminatorio, Giuffrè, Milano, 2007 (limitatamente a: Introduzione Barbera e ai saggi di Gottardi, Aimo, Barbera, Bonardi, Calafà, La Rocca, D'Amico).

Manuale di diritto europeo della non discriminazione, a cura dell'Agenzia dei diritti fondamentali dell'Unione europea, scaricabile gratuitamente dal sito: http://fra.europa.eu/en/publication/2011/handbook-european-non-discrimination-law.

Modalità di
accertamento

Prova orale. Tale modalità di accertamento consente di valutare nel modo più completo, oltre che la capacità comunicativa dello studente, l'acquisizione delle capacità analitiche e critiche richieste allo studente in considerazione della complessità delle tematiche e delle argomentazioni oggetto del corso di cui deve dimostrare la conoscenza e la comprensione

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Note

Lettura attenta della Costituzione italiana e della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 18/10/2016


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top