Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


LINGUA RUSSA III
RUSSIAN LANGUAGE III

Morfologia del verbo russo
Morphology of the Russian Verb

A.A. CFU
2020/2021 8
Docente Email Ricevimento studenti
Antonella Cavazza  Su appuntamento da concordare tramite mail
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Lingue e Culture Straniere (L-11)
Curriculum: LINGUISTICO CULTURALE OCCIDENTALE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso propone una riflessione linguistica e grammaticale sul verbo russo (Livello B1). Nello specifico questo modulo affronterà la classificazione dei verbi produttivi e improduttivi e le relative coniugazioni; la disamina degli affissi e dei cambiamenti che essi producono nel verbo in relazione all’aspetto. Particolare attenzione sarà riservata ai verbi di moto senza e con il prefisso.

Programma

Morfologia del verbo russo

Categorie morfologiche del verbo russo

Verbi produttivi, improduttivi e isolati

I significati della particella "-sja"

Il tempo presente, passato e futuro del modo indicativo.

I participi attivi e passivi.

Il gerundio

Modo condizionale

Alternanza consonantica e vocalica

Modalità di formazione delle coppie aspettuali

Imperfectiva tantum e perfectiva tantum

Verbi di moto senza prefisso.

Verbi di moto con prefisso

I significati dei prefissi

Semantica dell'aspetto

Alcuni significati e usi dell'imperfettivo:

  • Il processo dell'azione
  • La costatazione che l’azione è avvenuta
  • La ripetizione dell’azione
  • con i verbi načinat’- načat, končat’- končit’, prodolžat

Alcuni significati e usi del perfettivo:

  • il risultato dell'azione
  • le azioni improvvise
  • l'azione che si è compiuta in un certo arco di tempo (con costruzioni temporali del tipo за 2 часа)
  • per esprimere la potenziale realizzazione di un’azione
  • con la negazione per esprimere l’assenza del risultato dell’azione

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenze e capacità di comprensione: Gli studenti acquisiranno delle nozioni complete sulla morfologia del verbo, sulle coniugazioni dei verbi produttivi, improduttivi e irregolari, inclusi i verbi di moto con tutti i prefissi, e per l’utilizzo dell’aspetto imperfettivo e perfettivo (livello B1).

Conoscenze e capacità di comprensione applicate: Gli studenti impareranno a coniugare i verbi regolari e non, inclusi i verbi di moto con i prefissi, ed anche a scegliere la forma aspettuale idonea a conseguire determinati obiettivi nella comunicazione.

Autonomia di giudizio: Sapranno riconoscere e svariati usi dei verbi nella forma imperfettiva e perfettiva e, all’occorrenza, sapranno avvalersene.

Abilità comunicative: Gli studenti sapranno esprimersi in lingua russa a livello B1.

Capacità di apprendere: Gli studenti acquisiranno gli strumenti e le nozioni sul verbo russo per lo studio della lingua russa a livello B1.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Testi di studio

Kasatkin L., Krysin L., Il russo, a cura di N. Marcialis e A. Parenti, Scandicci (Firenze) 1995, pp. 125-139.

Lamm E. e al., Gli aspetti del verbo russo, Mosca 1985, pp. 7-43; 54-66, 131-132, 152-153; 182-186.
Lasorsa C., Contesti aspettuali-temporali in russo e in italiano (Modo indicativo, tempo passato), in “Studi italiani di linguistica teorica e applicata”, 1980, n.3, pp. 437-474.

Murav'?va L.S., I verbi di moto in russo, Mosca 1975, pp. 9-122; 216-232.
Pul’kina I., Breve prontuario della grammatica russa, Mosca 1990, pp. 172-258.

Skvorcova G.L., Glagoly. Dviženija-bez ošibok, Moskva 2010, pp. 5; 14-17; 21; 24-27; 35-46; 54-59; 65-75, 106-108.

Modalità di
accertamento

Esame orale, esame scritto e accertamento linguistico.

Nell’esame finale verranno valutate le conoscenze metalinguistiche e le abilità linguistiche riguardante il livello di riferimento. In particolare, si verificheranno le abilità scritte (33% del voto) e le abilità orali (33% del voto) e le conoscenze metalinguistiche (33%).

L'esame riguardante le conoscenze metalinguistiche ("corso monografico") è scritto (tempo a disposizione: 45 minuti). Esso consta di un test di 30 domande (risposta multipla) in italiano, che mira a verificare soprattutto le conoscenze acquisite e la capacità di comprensione applicata. Per la verifica del corso monografico non è ammesso l’uso di dizionari. I criteri di valutazione per questo test sono: 

- la pertinenza e la correttezza delle risposte in rapporto ai contenuti del programma

- la capacità di applicare le conoscenze a casi specifici

- la capacità di riflettere criticamente su concetti e processi 

- conoscenza del matalinguaggio

Si supera la prova del “corso monografico” con punteggio non inferiore a 18/30.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Esame orale, esame scritto e accertamento linguistico.

Nell’esame finale verranno valutate le conoscenze metalinguistiche e le abilità linguistiche riguardante il livello di riferimento. In particolare, si verificheranno le abilità scritte (33% del voto) e le abilità orali (33% del voto) e le conoscenze metalinguistiche (33%).

L'esame riguardante le conoscenze metalinguistiche ("corso monografico") è scritto (tempo a disposizione: 45 minuti). Esso consta di un test di 30 domande (risposta multipla) in italiano, che mira a verificare soprattutto le conoscenze acquisite e la capacità di comprensione applicata. Per la verifica del corso monografico non è ammesso l’uso di dizionari. I criteri di valutazione per questo test sono: 

- la pertinenza e la correttezza delle risposte in rapporto ai contenuti del programma

- la capacità di applicare le conoscenze a casi specifici

- la capacità di riflettere criticamente su concetti e processi 

- conoscenza del matalinguaggio

Si supera la prova del “corso monografico” con punteggio non inferiore a 18/30.

Testi di studio

Kasatkin L., Krysin L., Il russo, a cura di N. Marcialis e A. Parenti, Scandicci (Firenze) 1995, pp. 125-139.

Lamm E. e al., Gli aspetti del verbo russo, Mosca 1985, pp. 7-43; 54-66, 131-132, 152-153; 182-186.
Lasorsa C., Contesti aspettuali-temporali in russo e in italiano (Modo indicativo, tempo passato), in “Studi italiani di linguistica teorica e applicata”, 1980, n.3, pp. 437-474.

Murav'?va L.S., I verbi di moto in russo, Mosca 1975, pp. 9-122; 216-232.
Pul’kina I., Breve prontuario della grammatica russa, Mosca 1990, pp. 172-258.

Skvorcova G.L., Glagoly. Dviženija-bez ošibok, Moskva 2010, pp. 5; 14-17; 21; 24-27; 35-46; 54-59; 65-75; 106-108.

Modalità di
accertamento

Esame orale, esame scritto e accertamento linguistico.

Nell’esame finale verranno valutate le conoscenze metalinguistiche e le abilità linguistiche riguardante il livello di riferimento. In particolare, si verificheranno le abilità scritte (33% del voto) e le abilità orali (33% del voto) e le conoscenze metalinguistiche (33%).

L'esame riguardante le conoscenze metalinguistiche ("corso monografico") è scritto (tempo a disposizione: 45 minuti). Esso consta di un test di 30 domande (risposta multipla) in italiano, che mira a verificare soprattutto le conoscenze acquisite e la capacità di comprensione applicata. Per la verifica del corso monografico non è ammesso l’uso di dizionari. I criteri di valutazione per questo test sono: 

- la pertinenza e la correttezza delle risposte in rapporto ai contenuti del programma

- la capacità di applicare le conoscenze a casi specifici

- la capacità di riflettere criticamente su concetti e processi 

- conoscenza del matalinguaggio

Si supera la prova del “corso monografico” con punteggio non inferiore a 18/30.

Note

Gli studenti, che non possono seguire le lezioni, sono pregati di contattare l'insegnante all'inizio o alla fine del corso.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 10/02/2021


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top