Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PREPARAZIONE ESTRATTIVA
EXTRACTIVE PREPARATION

A.A. CFU
2016/2017 6
Docente Email Ricevimento studenti
Carla Roselli Tutti i giorni dalle 9 alle 13 previo appuntamento telefonico o via email

Assegnato al Corso di Studio

Scienza della Nutrizione (L-29)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Obiettivo del corso è quello di fornire allo studente le  basi teoriche e pratiche utili   all'utilizzo di tecniche di estrazione di componenti da prodotti alimentari  che ne permettano  il controllo di qualità. Lo studente deve acquisire la capacità di operare correttamente in un laboratorio chimico.

Programma

L'insegnamento affronterà la separazione chimica basata sulla estrazione.

l corso viene articolato in due parti: una trattazione teorica ed una parte pratica di esercitazioni di laboratorio.

  • Parte teorica : lezioni frontali svolte in aula.
  • Estrazione di composti da matrici solide o da soluzioni. Teoria della estrazione. Legge di ripartizione di Nernst, coefficiente di ripartizione.
  • Tecniche di separazione liquido-liquido. Processo discontinuo: imbuto separatore. Estrazione singola ed estrazione multipla. Criteri di scelta del solvente. Estrazione in continuo: estrattori liquido-liquido per solventi più densi e per solventi meno densi dell'acqua.
  • Estrazione solido -liquido: operazioni preliminari, fase di estrazione e purificazione. Filtrazione per gravità ed a pressione ridotta. Metodi di estrazione tradizionali: spremitura, percolazione, macerazione. Estrazione in Soxhelet.
  • Applicazione della estrazione solido liquido nella industria alimentare.
  • Estrazione in fase solida (SPE): meccanismo di separazione e colonne. Applicazione della SPE in campo alimentare. Microestrazione in fase solida (MSPE): modalità di estrazione, materiali estraenti. Applicazione in campo alimentare.
    • Parte pratica: svolta in laboratorio.  

    La parte di laboratorio prevede esercitazioni individuali o a gruppi: il tutto è strettamente dipendente dal numero di studenti frequentanti. Le esercitazioni saranno effettuate in modo da affrontare alcune delle tematiche svolte nella parte teorica. Ogni esercitazione viene preceduta dalla spiegazione della procedura prevista per i campioni alimentari proposti dal docente. Il completamento delle esercitazioni prevede anche la applicazione di metodi di determinazione qualitativa e quantitativa quali TLC, volumetria e spettrofotometria.

    Eventuali Propedeuticità

    Vedere regolamento didattico

    Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

    Lo studente conosce e sa praticare le norme di sicurezza nel laboratorio chimico.  Sa utilizzare la comune attrezzatura e vetreria di laboratorio, conosce  le schede di sicurezza dei diversi prodotti nonchè le procedure per lo smaltimento dei diversi rifiuti

    Conosce i principi che regolano i diversi tipi di estrazione da matrici solide e liquide . In base alle conoscenze acquisite è in grado di applicare tali tecniche per la estrazione di principi attivi da matrici alimentari diverse (vegetali e/o animali)  allo scopo di effettuare controlli di qualità delle stesse.

    Materiale Didattico

    Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

    Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

    Modalità didattiche

    Il corso è articolato in lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche.

    Obblighi

    La frequenza al laboratorio è obligatoria. Si richiede una frequenza dell'80% delle esercitazioni.

    Testi di studio

    Le slide  del docente saranno disponibili sulla piattaforma blended learning.

    Testi di consultazione: F. Tateo "Analisi dei prodotti alimentari", Chiriotti Editori, Voll. 1 e 2.

    Donald L. Pavia; Gary M. Lampman; George S. Kriz "Il laboratorio di chimica organica" a cura di Paolo Grunanger e Donato Pocar, Edizioni Sorbona Milano

    Modalità di
    accertamento

    L'esame finale (orale) verte su tutti gli argomenti svolti a lezione ed in laboratorio. Lo studente deve dimostrare di aver compreso, e di essere in grado di discutere, i concetti fondamentali di ogni argomento.

    « torna indietro Ultimo aggiornamento: 02/12/2016


    Condividi


    Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


    Il tuo feedback è importante

    Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

    Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

    Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

    Posta elettronica certificata

    amministrazione@uniurb.legalmail.it

    Social

    Performance della pagina

    Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
    Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
    Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
    2021 © Tutti i diritti sono riservati

    Top