Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


DIRITTO DEL LAVORO - SEDE DI FANO

A.A. CFU
2013/2014 8
Docente Email Ricevimento studenti
Natalia Paci verrà comunicato all'inizio delle lezioni

Assegnato al Corso di Studio

Economia Aziendale (L-18)
Curriculum: Amministrazione d'Impresa e Professione
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso ha l'obiettivo di fornire allo studente strumenti generali per la comprensione delle regole che presiedono ai rapporti di lavoro, nei loro aspetti individuali e collettivi ed altresì di trasmettere conoscenze specifiche in ordine ad alcune delle più rilevanti tematiche dell'attuale diritto del lavoro, anche tenuto conto degli aspetti interdisciplinari della materia. A tal stregua, ci si propone di offrire: a) una visione organica della disciplina lavoristica, dalle origini ai successivi sviluppi, avuto particolare riguardo alle finalità e ai caratteri fondamentali della stessa; b) una conoscenza generale del sistema giuridico del lavoro, considerati, in particolare, la pluralità e l'intreccio delle fonti normative e di autoregolazione; c) una conoscenza specifica della disciplina attinente alle relazioni individuali e collettive di lavoro; d) un quadro dei processi di cambiamento della disciplina lavoristica e dei suoi principali istituti.

Programma

1. IL DIRITTO SINDACALE
1.1. Libertà ed organizzazione sindacale (sindacato e forme organizzative; libertà sindacale).
1.2. Rappresentanza, rappresentatività e diritti sindacali (rappresentatività sindacale; rappresentanze sindacali in azienda; diritti sindacali; condotta antisindacale).
1.3. Contratto collettivo (contrattazione e contratto collettivo; tipologie contrattuali; contenuto ed efficacia del contratto collettivo).
1.4. Sciopero e serrata (lo sciopero, in particolare nei servizi pubblici essenziali; la serrata).

2. IL RAPPORTO DI LAVORO
2.1. Costituzione del rapporto di lavoro (contratto di lavoro; lavoro subordinato e lavoro autonomo; lavoro a progetto; rapporti speciali; tipologie contrattuali flessibili; rapporti di non lavoro; rapporti associativi e di lavoro sociale; certificazione dei rapporti di lavoro).
2.2. Mercato del lavoro e formazione (servizi per l'impiego; agenzie per il lavoro; collocamento, politiche attive e formazione professionale; contratti formativi).
2.3. Esternalizzazione di funzioni produttive e rapporti di lavoro (trasferimento d'azienda, appalto, distacco e collegamento societario; somministrazione di lavoro).
2.4. Tutela della persona del lavoratore; diritti, obblighi e poteri delle parti; prestazione di lavoro e retribuzione (tutela contro le discriminazioni, pari opportunità e congedi parentali; lavoro dei minori; obblighi dei lavoratori; poteri e doveri del datore; mansioni e inquadramento; luogo e durata della prestazione).
2.5. Sospensione ed estinzione del rapporto di lavoro (ipotesi sospensive; licenziamento individuale; t.f.r.).
2.6. Tutela del posto di lavoro e crisi dell'impresa (cassa integrazione guadagni ed altre misure di sostegno al reddito dei lavoratori; licenziamenti collettivi).

Per gli studenti frequentanti, si prevede lo svolgimento di un programma speciale, che verrà concordato e comunicato a inizio lezioni.

Eventuali Propedeuticità

Istituzioni di Diritto Privato

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

A chiusura del percorso formativo, gli studenti dovranno possedere gli strumenti necessari alla comprensione ed all'apprendimento delle regole che presiedono ai rapporti di lavoro, nei loro aspetti individuali e collettivi. Dovranno aver acquisito una certa padronanza del sistema giuridico del lavoro, con capacità di orientarsi all'interno dello stesso. Ci si attende, nello specifico, che essi siano in grado di possedere una visione generale ed organica della disciplina lavoristica, nonché una conoscenza specifica delle tematiche più rilevanti della medesima, anche in un'ottica interdisciplinare, al punto da saperne proporre una rielaborazione critica e personale, individuandone altresì gli aspetti applicativi con le relative soluzioni.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali; seminari di approfondimento; discussione e studio in aula di casi giurisprudenziali.

Obblighi

Gli studenti frequentanti debbono presentarsi a lezione con un Codice del lavoro aggiornato e con i testi di studio.

Testi di studio

(a) Per il DIRITTO SINDACALE:
- F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del Lavoro. 1. Il diritto sindacale, Utet, Torino, edizione 2013.

(b) Per il RAPPORTO DI LAVORO:
- F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del Lavoro. 2. Il rapporto di lavoro subordinato, Utet, Torino, edizione 2013.

Eventuali ulteriori indicazioni e letture per gli studenti frequentanti verranno fornite dal docente nel corso delle lezioni. Il docente si riserva altresì di segnalare in tal sede, nonché nel sito web, eventuali variazioni dei testi d'esame.

Avvertenze
Per la consultazione delle fonti si raccomanda l'uso di un Codice del lavoro aggiornato (consigliata l'ultima edizione disponibile di Giuffrè, Milano).

Modalità di
accertamento

Fermo restando il diritto di ogni studente, frequentante e non, di sostenere la prova di esame finale con una discussione orale avente ad oggetto le tematiche trattate nei due testi di riferimento sopra indicati, soltanto agli studenti assiduamente frequentanti è riservata la facoltà di accedere a una prima verifica sul Diritto sindacale (a), superata la quale la prova di esame finale consisterà nella discussione orale solo sulle tematiche relative al Diritto del rapporto individuale di lavoro (b).
Per coloro che non superino positivamente la prima verifica, la prova di esame finale consisterà nella discussione orale su tutto il programma.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

Per il DIRITTO SINDACALE:
- F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del Lavoro. 1. Il diritto sindacale, Utet, Torino, edizione 2013.

Per il RAPPORTO DI LAVORO:
- F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del Lavoro. 2. Il rapporto di lavoro subordinato, Utet, Torino, edizione 2013.

Il docente si riserva altresì di segnalare nel sito web eventuali variazioni dei testi d'esame.

Avvertenze
Per la consultazione delle fonti si raccomanda l'uso di un Codice del lavoro aggiornato (consigliata l'ultima edizione disponibile di Giuffrè, Milano).

Modalità di
accertamento

La prova di esame consiste in una discussione orale avente ad oggetto le tematiche trattate nei testi di riferimento sopra indicati.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 03/10/2013


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top