Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ECONOMIA INDUSTRIALE

A.A. CFU
2009/2010 10
Docente Email Ricevimento studenti
Antonello Zanfei

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si articola in due moduli. 
Il modulo I (prima metà del corso, corrispondente ad Economia Industriale 1) intende fornire gli strumenti e le categorie concettuali fondamentali per l’analisi dell’economia e dell’organizzazione industriale, con particolare riferimento alle determinanti e agli effetti della struttura industriale e delle strategie delle imprese, assieme ad elementi base per l’analisi dell’industria italiana.
Il modulo II (seconda metà del corso) sviluppa il tema delle politiche industriali per la concorrenza e per il cambiamento strutturale, fra cui rientrano l'antitrust, la regolamentazione/liberalizzazione dei mercati e le politiche per la tecnologia. In questo quadro vengono richiamati e approfonditi i principali presupposti analitici e le teorie alla base delle politiche industriali, con particolare riferimento ai concetti di efficienza, innovazione, internazionalizzazione e specializzazione internazionale. Verranno inoltre analizzati specifici casi di settori produttivi in Italia e in Europa. Saranno incentivati lavori di gruppo al fine di sviluppare temi specifici anche su proposta degli studenti.

Programma

Primo modulo:

1. Cos’è l’economia industriale

1.1. Definizioni e confini rispetto ad altre discipline

1.2. “New Economy”, “Globalizzazione” ed Economia industriale

2. Struttura di mercato e strategie d’impresa

2.1. Struttura, comportamenti e performance

2.2. Concorrenza oligopolistica

2.3. Discriminazione di prezzo

2.4. Differenziazione del prodotto

2.5. Strategie di deterrenza e predazione

2.6. Ricerca e sviluppo e concorrenza dinamica

3. L’industria italiana e il ruolo delle politiche industriali

3.1 L’evoluzione dell’industria italiana

3.2 Dimensione, specializzazione e assetto proprietario

Secondo modulo:

1. Politiche per la concorrenza e politiche per il cambiamento strutturale

1.1 Definizioni e concetti chiave

1.2 Presupposti teorici e approcci alternativi

2. Antitrust e regolamentazione

2.1 Potere di mercato, fallimenti strutturali dei mercati e efficienza

2.2 Trade-off fra efficienza allocativa e efficienza dinamica

2.3 Campo d’azione, obiettivi, strumenti e limiti delle politiche di antitrust e regolamentazione

2.4 Le pratiche antitrust e regolamentazione/liberalizzazione negli Usa, in Europa e in Italia

3. Le politiche per il cambiamento strutturale

3.1 Determinanti ed effetti dell’innovazione e della specializzazione internazionale

3.2 Politiche per la ricerca e l’innovazione

3.3 Le politiche per l’internazionalizzazione

3.4 Le esperienze internazionali di politiche per il cambiamento strutturale e il caso italiano

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Il corso mira a fornire conoscenze teoriche e empiriche riguardanti il funzionamento dei mercati e i comportamenti delle imprese specie in condizioni di concorrenza imperfetta. Nel primo semestre verranno sviluppate le abilità degli studenti nell'applicare concetti e modelli mediante strumentazioni analitiche e statistiche di base, puntando soprattutto a favorire l'interazione in aula e lo sviluppo di capacità autonome di studio e apprendimento. Nel secondo semestre si approfondiscono le conoscenze sul funzionamento dei mercati e sui comportamenti delle imprese e si sviluppano capacità di analisi delle politiche pubbliche finalizzate a favorire la concorrenza e il cambiamento strutturale. Verranno sviluppate le abilità relazionali attraverso lavori di gruppo e la comunicazione dei risultati mediante presentazioni in aula di studi svolti dagli studenti autonomamente e in piccoli team di studenti.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, seminari e tesine di approfondimento discusse in classe.

Testi di studio

Per il primo modulo del corso:
- Cabral L. (2003) Economia industriale, Carocci (esclusi Capp. 3, 4, 13 e 17)
- Bianco M. (2003) L’industria italiana, Il Mulino.
Per gli studenti frequentanti saranno possibili sostituzioni e integrazioni dei testi base con materiali che saranno resi disponibili presso l’Istituto di Scienze Economiche e indicati alla sezione “didattica” sul sito web del docente http://www.econ.uniurb.

Per il secondo modulo del corso:
- Fagerberg J., D.Mowery, R.R.Nelson (a cura di). Innovazione. Imprese, industrie, economie, Carocci, 2007, SOLO capp. 1, 3, 4, 5, 6 (i capp. 1, 5 e 6 non sono richiesti nel caso di chi già abbia sostenuto il corso di Economia dell'Innovazione 1)
- Motta M., Polo M., Antitrust. Economia e politica della concorrenza, Il Mulino, 2005, SOLO capp.1, 2, 3, 8

Entro il mese di novembre 2009 saranno indicate alla sezione “didattica” sul sito web del docente http://www.econ.uniurb alcune letture di approfondimento obbligatorie ai fini dell'esame. Saranno possibili sostituzioni di testi per gli studenti frequentanti.

A richiesta saranno resi disponibili testi d'esame in inglese /texts in English available upon request

Modalità di
accertamento

Esame orale.

Gli studenti possono sostenere l’esame di Economia Industriale da 10 crediti in un unico appello oppure possono affrontare il primo modulo (corrispondente a Economia industriale 1) in un appello diverso, ma antecedente, rispetto al secondo modulo.

A richiesta sarà possibile svolgere esami e lavori di approfondimento in inglese/Exams and papers can be given in English upon request

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 07/10/2009


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top