Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


METODOLOGIE DELLA STORIA DELL'ARTE
METHODOLOGY OF HISTORT ART

Metodi e interpretazione delle opere
Methods and interpretations

A.A. CFU
2016/2017 6
Docente Email Ricevimento studenti
Anna Maria Ambrosini Massari Subito dopo le lezioni, preferibilmente previo contatto col docente.

Assegnato al Corso di Studio

Scienze Umanistiche. Discipline Letterarie, Artistiche e Filosofiche (L-10)
Curriculum: BENI CULTURALI STORICO-ARTISTICI
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso mira ad educare alla conoscenza e riconoscimento delle opere e degli artisti ma anche dei movimenti,  connotandone i caratteri esclusivi e ricorrenti, in modo da rendere gli studenti abili a riconoscere artisti ed opere, perseguendo le finalità del corso di studio con l'apporto di tutte le metodologie utili alla lettura e comprensione delle opere.

Materiali, tecniche, conservazione, iconografia e stile: i dati fondativi delle opere e della loro storia, anche culturale, saranno al centro del corso e dovranno condurre alla formazione di una piena conoscenza e abilità interpretativa.

Programma

Il programma utilizza un testo di base fornendo una selezione allargata di immagini sulle quali esercitare l'analisi e i confronti necessari.

Lo svolgimento delle lezioni prevede l'esercitazione nell'analisi e interpretazione delle opere, in particolare attraverso il confronto fra opere di un artista, di più artisti, di artisti di diverse aree culturali e così via.

Il corso farà riferimento a una cronologia che va dagli albori del Rinascimento al contemporaneo, ovviamente con una opportuna selezione di nuclei di opere e temi sintomatici di alcuni sviluppi storico-artistici e antropologici.

Eventuali Propedeuticità

Visite a Musei e incontri con studiosi esterni, organizzati nell'ambito del corso.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Lo studente dovrà mostrare la padronanza delle conoscenze di base relative ai metodi, analisi e interpretazione delle opere e degli artisti, dimostrando di saper riconoscere, spiegare e collocare le opere nella loro epoca, scuola, territorio, sapendone valutare qualità e rapporti, confronti con opere analoghe e differenti, infine raggiungere una matura capacità di leggere le opere, caratterizzandone il contesto.

Lo studente dovrà mostrare la comprensione dei concetti e dovrà fornire esempi sulla base dei modelli appresi, nel riconoscere e confrontare le opere, essere in grado di individuare area geografica, cronologia e qualità delle opere anche a una prima lettura di esse, oltre a connotare quelle studiate di ulteriori confronti e valutazioni storico-critiche.

Lo studente dovrà acquisire un maturo profilo metodologico.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Power point fornito dalla docente. Visite a musei e collezioni pubbliche e private.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali sempre con proiezioni di immagini e visite a musei.

Obblighi

La frequenza è vivamente consigliata.

Testi di studio

G.C. Sciolla, Metodo, analisi e interpretazione delle opere e degli artisti, Torino, UTET (2001) 2008.

Riproduzioni di testi e immagini  forniti dalla docente.

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione. È prevista la possibilità di presentare un paper scritto, su un tema concordato con il docente.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio dei testi e immagini indicati nella modalità non frequentanti.

Obblighi

Completare il programma seguendo la finestra non frequentanti.

Testi di studio

G.C. Sciolla, Metodo, analisi e interpretazione delle opere e degli artisti, Torino, UTET (2001) 2008.

Riproduzioni di testi e immagini forniti dalla docente.

A. Pinelli, La storia dell'arte istruzioni per l'uso,  Bari, Laterza 2009, pp. 3-34; 69-131.

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione. È prevista la possibilità di presentare un paper scritto, su un tema concordato con il docente.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 01/10/2016


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top