Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SIMBOLICA POLITICA
POLITICAL SYMBOLOGY

A.A. CFU
2017/2018 6
Docente Email Ricevimento studenti
Domenico Scalzo L'orario di ricevimento sarà indicato all'inizio delle lezioni

Assegnato al Corso di Studio

Scienze Politiche, Economiche e del Governo (L-36)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso di Simbolica politica intende fornire allo studente una conoscenza critica della materia nonché gli strumenti essenziali alla comprensione concettuale di un fenomeno decisivo nella storia del Novecento, i cui riflessi sono ancora presenti nella contemporaneità e determinano le politiche genocidiarie del nostro tempo: il campo come nomos del moderno  . Di particolare rilievo nell'itinerario formativo e? lo studio del pensiero di Giorgio Agamben e della sua opera Homo sacer. Particolare attenzione sarà prestata alle testimonianze dei sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti. Il corso ha una impostazione metodologica teorico-pratica, affianca lo studio dei testi adottati ad una serie di approfondimenti tematici in forma seminariale su altri casi storici di politica genocidiaria.
 

Programma

Le questioni che verranno trattate all'interno del corso sono le seguenti:

Potere e nuda vita

Violenza mitica e violenza divina in Walter Benjamin

Ideologia e terrore in Hannah Arendt

La sovranità e lo stato d'eccezione

La biopolitica

Il campo quale paradigma del moderno

Il campo e la città

Il campo e l'ordine del terrore

Lineamenti per una comprensione filosofico-politica della tortura

Il campo e il problema della testimonianza: I sommersi e i salvati di Primo Levi e Intellettuale ad Auschwitz di Jean Améry

Il genocidio, il suo significato filosofico-politico

Eventuali Propedeuticità

nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)


Conoscenza e capacita di comprensione. Lo studente dovra dimostrare una buona conoscenza degli argomenti del corso indicati nel programma; dovrà dimostrare la capacita di comprendere i libri adottati, elaborando idee proprie ed originali, anche in un contesto di ricerca più vasto come quello relativo alle politiche genocidiarie.
Conoscenza e capacitadi comprensione applicate. Lo studente dovra dimostrare di avere la capacità di interpretare ed applicare le proprie conoscenze, abilità e capacità di comprensione nella ricerca dei concetti e della loro elaborazione teorico-pratica all'interno dei testi adottati.
Autonomia di giudizio. Lo studente dovrà dimostrare capacità interpretativa dei testi adottati. Lo studente integrerà le conoscenze acquisite con i riferimenti alle prassi dele politiche genocidiarie.
Abilità comunicative. Lo studente dovrà dimostrare di saper comunicare in modo chiaro e senza ambiguità le proprie conoscenze, di saper esprimere le proprie considerazioni e conclusioni anche nell'ambito del dibattito sui temi in questione che potrebbe sorgere nel corso delle lezioni frontali o nei seminari di approfondimento tematici organizzati nell'ambito del corso. Lo studente deve dimostrare di saper esporre le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore logico-sistematico e proprietà di linguaggio.
Capacità di apprendere. Lo studente dovrà dimostrare di aver sviluppato capacità di comprendere la complessità del fenomeno simbolico politico, con particolare riferimento al nesso potere/nuda vita, nonché quelle capacità di apprendimento che possano consentirgli di proseguire nello studio in modo per lo più auto-diretto o autonomo e di aver conseguito doti di apprendimento idonee al proseguimento degli studi politologici, con particolare
riferimento all'approfondimento della conoscenza degli ambiti teorici della politica. Questo anche procedendo con un aggiornamento costante delle proprie competenze ed utilizzando le conoscenze e gli strumenti acquisiti durante il corso.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Materiale didattica sarà distribuito agli studenti nel corso delle lezioni oppure sarà inserito nella piattaforma on line.

Sono previste attività seminariali che saranno comunicate agli inizi delle lezioni


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali e seminari

Obblighi

nessuno

Testi di studio

G. Agamben, Homo sacer, Einaudi, Torino 2005

Un testo a scelta tra i seguenti:

G. Agamben, Quel che resta di Auschwitz, Boringhieri, Torino 1998

W. Sofsky, L'ordine del terrore, tr. it., Laterza, Bari 2004

Un testo a scelta tra i seguneti:

P. Levi, I sommersi e i salvati, Einaudi, Torino 2014

J. Amery, Intellettuale ad Auschwitz, Boringhieri, Torino 2011

Modalità di
accertamento

Esame orale. Ai fini dell'accertamento della preparazione al termine del corso lo studente dovrà sostenere una prova orale sui testi indicati. Tale modalità di accertamento delle conoscenze acquisite è dovuta, in particolare, alla volontà di verificare al contempo sia la capacità di sintesi dello studente sia le abilità comunicative ed espressive, nonché l'avvenuta acquisizione del lessico teorico appropriato in un contesto dialogico e di diretta partecipazione.
Per gli studenti frequentanti può darsì la possibilità di svolgere colloqui intermedi per la verifica graduale della preparazione e delle conoscenze. Resta comunque salva (e preferibile) la possibilità di sostenere l'esame integralmente, a partire dalla conclusione integrale del corso.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Previa appuntamento, il docente è disponibile, nel proprio orario di ricevimento, a dare indicazioni approfondite agli studenti non frequantanti sul corso e i testi di esame. Altre informazioni saranno inserite nella piattaforma on line.

Obblighi

nessuno

Testi di studio

G. Agamben, Homo sacer, Einaudi, Torino 2005

Un testo a scelta tra i seguenti:

G. Agamben, Quel che resta di Auschwitz, Boringhieri, Torino 1998

W. Sofsky, L'ordine del terrore, tr. it., Laterza, Bari 2004

Un testo a scelta tra i seguneti:

P. Levi, I sommersi e i salvati, Einaudi, Torino 2014

J, Améry, Intellettuale ad Auschwitz, Boringhieri, Torino 2011

Modalità di
accertamento

Esame orale

Note

Nell'ambito del corso sono previsti due seminari. Le date saranno comunicate a lezione ed inserite nella piattaforma on-line:

L'Unione Europea al lavoro a cura di Salvatore Scalzo

Immagine, discorso, politica a cura di Walter Bernardini

Altri seminari su Il secolo dei genocidi saranno organizzati a cura del Gruppo di Ricerca Interdisiplinare della Scuola di Scienze Politiche e Sociali di cui il docente fa parte. Anche in questo caso le date saranno comunicate a lezione ed inserite nella piattaforma on-line.

L’esame e la bibliografia potranno essere in lingua inglese su richiesta dello studente. (The student can request to sit the final exam in English with an alternative bibliography).

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 09/07/2017


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top