Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SOCIOLOGIA DEL BRAND
SOCIOLOGY OF BRAND

A.A. CFU
2018/2019 8
Docente Email Ricevimento studenti
Bernardo Valli mercoledì (ore 9-11) e giovedì (ore 11-13)

Assegnato al Corso di Studio

Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (LM-59)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

L'obiettivo del corso consiste nel fornire agli studenti l'inquadramento teorico del concetto di brand e il suo rapporto con i media attraverso lo sviluppo della strumentazione teorica e metodologica necessaria alla loro analisi. Su queste basi il corso intende fornire gli strumenti teorici e pratici utili per comprendere l'evoluzione del brand con un particolare riferimento agli aspetti sociologici e con l'approfondimento del Made in Italy.

Programma

1. Inquadramento teorico del brand
1.1. I teorici e lo sviluppo nel tempo delle teorie del brand. 

2. Teoria e metodologia di analisi dei media
2.1. La società complessa 
2.2. Il significato teorico del brand nella società complessa.

3. La comunicazione del brand

3.1 Identità

3.2 Immagine

3.3 Il communication mix

4. Il Made in Italy
4.1. Evoluzione del concetto di Made in Italy
4.2. Gli aspetti comunicativi del Made in Italy. 

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

1) capire l'evoluzione del brand attraverso l'acquisizione di conoscenze teoriche articolate che permettano di inquadrare i problemi storici e sociologici relativi. Sviluppare un percorso analitico che permetta di inquadrare nella sua evoluzione storica e sociologica il fenomeno del  Brand con un particolare riguardo alla questione relativa al made in Italy

1.1. gli studenti conseguono tali conoscenze attraverso la frequenza delle lezioni e lo studio dei testi

2) acquisizione di una metodologia che permetta l'analisi dei vari brand presi in considerazione nella loro interazione con la società,

 competenze che vengono acquisite attraverso discussioni ed esercitazioni in classe

3 questa capacità verrà sviluppata nel confronto fra docenti ed allievi nel corso delle lezioni e nei momenti laboratoriali

4) lo studente verrà stimolato a sviluppare le proprie capacità comunicative attraverso interventi mirati nel corso delle lezioni e con brevi relazioni.

4.1 tali abilità verranno organizzate attraverso specifici momenti di discussione ed esercitazione.

5) lo studente verrà aiutato ad adottare un metodo critico che sia nello stesso tempo maturo dal punto di vista teorico ma anche pratico.

5.1 tali obiettvi si potranno sviluppare nell'interazione con gli altri studenti e il professore.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali con l'utilizzo di supporti audiovisivi e laboratori in classe. Project work da sviluppare sia a livello individuale che di gruppo.

Obblighi

E’ previsto un obbligo di frequenza nella misura prevista dai regolamenti.

Testi di studio

Gabrielli V., Brand Communication, Il Mulino, Bologna 2014.

Ferraresi M., Bello, Buono e ben fatto. Il fattore Made in Italy, Guerini e Associati, 2014.

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale o prova scritta basati sui testi di riferimento per l’esame ed il programma svolto nel corso delle lezioni, volti a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione. 

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio dei testi di esame.

Testi di studio

1)Ferraresi M., Bello, Buono e ben fatto. Il fattore Made in Italy, Guerini e Associati, 2014.

2)Gabrielli V., Brand Communication, Il Mulino, Bologna 2014.

3)Testo concordato con il docente.

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione. È prevista la possibilità di presentare un paper scritto, su un tema concordato con il docente.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Note

La frequenza al corso è obbligatoria (almeno il 50% delle ore di lezione) con la sola eccezione degli studenti lavoratori iscritti al percorso part-time, per i quali la frequenza al corso è facoltativa seppur consigliata. Gli studenti a tempo pieno che non hanno raggiunto il numero minimo di ore di frequenza del singolo insegnamento devono contattare il docente per concordare modalità di recupero del debito di frequenza.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 01/03/2019


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top