Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECA E ROMANA II
ARCHAEOLOGY AND HISTORY OF GREEK AND ROMAN ART II

Pittura greca e romana
Greek and Roman painting

A.A. CFU
2019/2020 12
Docente Email Ricevimento studenti
Anna Santucci Mercoledì 14-16; altri giorni su appuntamento

Assegnato al Corso di Studio

Storia dell'Arte (LM-89)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Gli studenti consolideranno conoscenze e competenze di contenuto e metodologiche relative alle espressioni artistico-artigianali del mondo classico ed esemplificate dal linguaggio pittorico.

Programma

Il corso offrirà un quadro complessivo sulle produzioni pittoriche del mondo greco e romano – con riferimenti anche al mondo etrusco-italico, magno-greco e greco-orientale - dalle origini alla tarda età imperiale. La presentazione diacronica di contesti, monumenti e materiali sarà discussa in relazione alle testimonianze tradite dalla tradizione letteraria, ai diversi approcci euristici ed ermeneutici che hanno accompagnato la storia degli studi di settore, a forme e dinamiche della trasmissione e permanenza delle espressioni pittoriche antiche nella cultura moderna e contemporanea. 

Attenzione sarà rivolta agli aspetti tecnico-materici e formali delle produzioni; agli artefici (maestri, artigiani, botteghe) ed alle dinamiche relazionali con la committenza; ai generi espressi (soggetti mitologici, epici, storici; ritrattistica; nature morte; paesaggi e vedute etc.) ed ai relativi linguaggi stilistico-formali; ai sistemi decorativi parietali; ai processi di trasmissione di temi e schemi; a questioni iconografiche e iconologiche etc.

Saranno altresì evidenziate le specificità determinate sia dai differenti contesti storici, culturali e sociali sia dalle differenti destinazioni d’uso delle pitture nei vari spazi architettonici (pubblico/privato, domestico/funerario, di rappresentanza/privato etc.), aprendo una riflessione sui modi di distribuzione,  fruizione e percezione delle pitture, nei singoli ambienti, da parte degli antichi osservatori.

Il crono-programma degli argomenti (syllabus) sarà disponibile, tramite piattaforma Moodle, all’inizio del corso.

Eventuali Propedeuticità

è auspicabile - benché non obbligatorio - che lo studente abbia sostenuto nel percorso triennale il corso generale di Archeologia e storia dell'arte greca e romana I.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Al fine di poter accedere a ulteriori livelli di  formazione, il candidato dovrà essere in grado di:

- apprendere ed elaborare in modo adeguato temi e approcci metodologici della disciplina;

- orientarsi correttamente nell’analisi e nell’inquadramento storico-archeologico di contesti e singoli monumenti esaminati;

- rielaborare in modo autonomo ed argomentare in modo critico i contenuti;

- padroneggiare  il linguaggio tecnico-scientifico di settore e comunicare in modo adeguato.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Didattica interdisciplinare: alcune lezioni del corso saranno svolte congiuntamente con il docente di Estetica (Prof.  Venanzio Raspa: https://www.uniurb.it/insegnamenti-e-programmi/256049), per potenziare le dinamiche dell’apprendimento da parte degli studenti mediante il fattivo confronto tra saperi specialistici differenti.

Seminari, conferenze, viaggi studio in Italia e all’estero da concordare con gli studenti.

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, in lingua italiana, con supporto di PowerPoint tematici appositamente predisposti dalla docente e materiali multimediali disponibili online (video, ricostruzioni 3D etc.).

Obblighi

Gli studenti sono tenuti a frequentare con regolarità le lezioni (non meno dei 2/3 del monte ore complessivo) ed eventuali attività integrative.

Testi di studio

P. Gros (a cura di), Vitruvio. de architettura, Torino: Einaudi 1997, libro VII.

A. Corso, R. Mugellesi, G. Rosati ( a cura di), Plinio. Storia naturale V. Libro 35, I colori minerali, Torino: Einaudi 1988, pp. 286-509.

S. Maffei (ed.), Luciano di Samosata. Descrizione di opere d’arte, Torino: Utet 1994, pp. xv-lxxiv, 18-31, 56-79.

J.J. Pollitt (ed.), The Cambridge History of Painting in the Classical World, Cambridge: CUP 2014 (saggi di: S. Steingräber, Etruscan and Greek Tomb Painting in Italy, c. 700-400 BC, pp. 94-142; S.G. Miller, Hellenistic Painting in the Eastern Mediterranean, Mid-Fourth to Mid-First Century BC, pp. 170-237; A. Rouveret, Etruscan and Italic Tomb Painting, c. 400-200 BC, pp. 238-287).

I. Baldassarre, A. Pontrandolfo, A. Rouveret, M. Salvadori, La pittura romana. Dall’ellenismo al tardo-antico, Milano: Motta 2002.

I testi di studio sono disponibili presso la biblioteca di area archeologica (Palazzo Albani, Via del Balestriere 2).

Modalità di
accertamento

Prova orale. Rispondendo alle domande che saranno poste anche sulla base di documentazione grafica e/o fotografica pertinente a contesti e singoli monumenti trattati nel corso, il candidato deve dimostrare di averne appreso ed elaborato in modo personale ed adeguato i contenuti tematici e metodologici, ovvero di saper analizzare e inquadrare correttamente, in una prospettiva storico-archeologico-artistica, i contesti e le singole evidenze pittoriche; di aver consapevolezza dei processi di validazione delle fonti nella loro peculiarità di categoria monumentale o di genere letterario; di saper finalizzare le letture assegnate alla spiegazione dei singoli contesti; di aver affinato abilità comunicative e argomentative usando con proprietà il linguaggio tecnico-scientifico di settore.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio individuale. 

Obblighi

Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare il docente almeno tre mesi prima della sessione di appello nella quale intendono sostenere l’esame.

Testi di studio

Programma 1. Gli studenti che scelgano di sostenere l'esame sull'argomento del corso utilizzeranno:

P. Gros (a cura di), Vitruvio. de architettura, Torino: Einaudi 1997, libro VII.

A. Corso, R. Mugellesi, G. Rosati ( a cura di), Plinio. Storia naturale V. Libro 35, I colori minerali, a cura di Torino: Einaudi, pp. 286-509.

S. Maffei (ed.), Luciano di Samosata. Descrizione di opere d’arte, Torino: Utet 1994, pp. xv-lxxiv, 18-31, 56-79.

J.J. Pollitt (ed.), The Cambridge History of Painting in the Classical World, Cambridge: CUP 2014 (saggi di: S. Steingräber, Etruscan and Greek Tomb Painting in Italy, c. 700-400 BC, pp. 94-142; S.G. Miller, Hellenistic Painting in the Eastern Mediterranean, Mid-Fourth to Mid-First Century BC, pp. 170-237; A. Rouveret, Etruscan and Italic Tomb Painting, c. 400-200 BC, pp. 238-287).

I. Baldassarre, A. Pontrandolfo, A. Rouveret, M. Salvadori, La pittura romana. Dall’ellenismo al tardo-antico, Milano: Motta 2002.

I testi dovranno essere integrati con le seguenti letture:

E. La Rocca. Lo spazio negato. La pittura di paesaggio nella cultura artistica greca e romana, Milano 2008.

E. La Rocca et alii (eds), Roma: la pittura di un impero (catalogo della mostra: Roma 24 settembre 2009 – 17 gennaio 2010), Roma 2009 (saggi di: S. de Caro, I soggetti umili nella pittura romana: la natura morta, pp. 77-87; S. Tortorella, Dipingere il quotidiano: la pittura ‘popolare’, pp. 115-129; B. Bianchi, 'Ma in verità non c'è gloria se no per gli artisti che dipinsero quadri...' pp. 137-144).

P. Zanker, Immagini mitologiche nelle case pompeiane, in Un’arte per l’impero. Funzione intenzione delle immagini nel mondo romano, Milano 2002, pp. 112-132.

S. Tortorella, Le raffigurazioni pittoriche "trionfali". Affreschi, quadri, iscrizioni dipinte, in I. Bragantini (a cura di) Atti del X Congresso Internazionale de l'AIPMA (Napoli 17-21 settembre 2007), Napoli 2010, pp. 113-125.

Scagliarini Corlàita , Propter spatia longitudinis: cicli e serie figurative nelle ambulationes del ‘secondo e quarto stile pompeiano’, in ), D. Scagliarini Corlàita, D. (a cura di), I temi figurativi nella pittura parietale antica (IV sec. a.C.- IV sec. d.C.), Atti del VI Convegno Internazionale de l'AIPMA (Bologna 20-23 settembre 1995), Bologna 1997, pp. 119-123.

I. Bragantini,  ‘La pittura a Pompei nell’opera di August Mau, Geschichte der decorativen Wandmalerei in Pompeji (Berlin 1882): note di lettura’, in H. Eristov, F. Monier edd., L'héritage germanique dans l'approche du décor antique,  Actes table ronde ENS, 23 novembre 2012, Ausonius –Pictor 2, Bordeaux 2014, pp. 9-18.

Programma 2. Coloro che non abbiano mai sostenuto in precedenza in esame di Archeologia e storia dell'arte greca e romana, potranno optare per uno studio basato sui testi seguenti:

E. Lippolis, G. Rocco, Archeologia greca: cultura, società, politica e produzione, Milano : Mondadori, 2011

M. Papini (a cura di), Arte romana, Milano : Mondadori  2016.

Modalità di
accertamento

Prova orale. Rispondendo alle domande che saranno poste anche sulla base di documentazione grafica e/o fotografica pertinente a contesti e singoli monumenti trattati nei testi di studio, il candidato deve dimostrare di aver appreso ed elaborato in modo personale ed adeguato i contenuti tematici e metodologici del corso, ovvero di saper analizzare e inquadrare correttamente, in una prospettiva storico-archeologico-artistica, i contesti e le singole evidenze monumentali; di aver consapevolezza dei processi di validazione delle fonti nella loro peculiarità di categoria monumentale o di genere letterario (programma 1); di saper finalizzare le letture alla spiegazione dei singoli contesti; di aver affinato abilità comunicative e argomentative usando con proprietà il linguaggio tecnico-scientifico di settore.

Note

Eventuali variazioni saranno comunicate tempestivamente tramite forum della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it. Gli studenti sono invitati ad accedere alla piattaforma tramite le credenziali di posta elettronica uniurb  ed a controllare regolarmente la posta di questo indirizzo.

La docente riceve e svolge esami nel suo ufficio sito in Palazzo Albani (ingresso da via del Balestriere 2, ex istituto di archeologia); il telefono dell'ufficio è 0722.303760 (portineria) o 303767 (diretto).

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 26/09/2019


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2022 © Tutti i diritti sono riservati

Top