Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


METODI DI PREVENZIONE E INTERVENTO IN AMBITO GIURIDICO E SOCIALE
METHODS OF PREVENTION AND INTERVENTION IN LEGAL AND SOCIAL MATTERS

A.A. CFU
2021/2022 6
Docente Email Ricevimento studenti
Valeria Giostra Su appuntamento online o in presenza da concordare via email

Assegnato al Corso di Studio

Psicologia Clinica (LM-51)
Curriculum: GIURIDICO-SOCIALE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso è finalizzato all’ acquisizione dei principali contenuti normativi, teorici ed operativi che caratterizzano l’attività di intervento e prevenzione negli ambiti che attengono alla psicologia sociale, nonché alla tutela della famiglia e del minore, sia in ambito civile che penale. In particolare il corso si articolerà in due parti. Nella prima verrà analizzata la metodologia di progettazione di intervento in ambito psico-sociale, declinata in diversi contesti. Nella seconda parte sarà illustrato come si declina il lavoro dello psicologo all’ interno della rete dei servizi sociali e delle strutture residenziali per minorenni, evidenziando la pluridisciplinarità dell’intervento e le criticità legate al doppio mandato, istituzionale e relazionale, nonché al rapporto con l’autorità giudiziaria.

Programma

1.  La progettazione dell’intervento in ambito psico-sociale: dall’ analisi dei bisogni alla valutazione

2.  Metodi di intervento e prevenzione e contesti applicativi

3.  Introduzione al lavoro di rete nell’ intervento psicosociale

4.  Aiutare le famiglie durante la separazione: contesti e strumenti d’ intervento

5.  Il ruolo del Consultorio Familiare e il Servizio Spazio Neutro

6.  Adozione e affidamento: interventi di protezione e sostegno

7.  Devianza minorile: risorse normative e modelli d’ intervento

8.  Percorsi di giustizia riparativa

9.  Le comunità per minori: tipologie di servizi e modelli di intervento

Prima e seconda settimana: Presentazione del corso. Introduzione alla progettazione in ambito psico-sociale. Metodi e tecniche di intervento e prevenzione. In particolare verranno presentati esempi di progetti in diversi contesti su temi di  interesse attuale.

Terza e quarta settimana. Introduzione alla rete dei servizi sociali che si occupano della tutela delle famiglie e dei minori. Modelli di intervento in caso di separazioni conflittuali al fine di proteggere il minore e salvaguardare i suoi legami familiare.

Quinta settimana: approfondimento del ruolo del consultorio familiare e del servizio spazio neutro nella cura dei legami familiari e nella gestione del diritto di visita. Presentazione di un caso

Sesta settimana: criticità delle famiglie adottive ed affidatarie e possibili interventi

Settima settimana: La devianza minorile: introduzione al processo minorile e al d.p.r. 448/1988. Modelli esplicativi e di intervento. Principi di giustizia riparativa

Ottava e nona settimana: Le comunità per minorenni: approfondimento sulle varie tipologie di servizi e sui possibili modelli di intervento. Presentazione del modello di intervento ATG e di quello basato sulla teoria dell’ attaccamento.

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

In rapporto all'insegnamento lo studente deve mostrare il possesso:

- della padronanza delle conoscenze delle discipline specialistiche;

- della comprensione dei concetti avanzati della disciplina;

- della capacità di usare conoscenze e concetti per ragionare in maniera autonoma sulle problematiche della disciplina.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, discussioni di casi e simulazioni; incontri con operatori ed esperti.

Obblighi

Non ci sono obblighi di frequenza

Testi di studio

- Santaniello, M., & Vieno, A. (a cura di) (2013). Metodi di intervento in psicologia di comunità. Il Mulino. (da studiare da pag. 1 a pag. 136)

- Patrizi, P. (a cura di) (2012). Manuale di psicologia giuridica minorile. Carocci Editore (escluse pagg. 23-50 e 191-236)

- Caruso, I., & Mantegna, M. C. (2012). Aiutare le famiglie durante la separazione. Dalle linee guida alla definizione dell'intervento per gestire il diritto di visita. Franco Angeli (escluse pagg. 95-113)

- Bastianoni, P., & Taurino, A (2009). La comunità per minori. Modelli di formazione e supervisione clinica. Carocci Editore (escluse pagg. 81-125)

Verranno inoltre indicati altri materiali di approfondimento su specifici temi durante il corso  che verranno messi a disposlzione da parte del docente sulla pagina del corso.

Modalità di
accertamento

Esame orale. È richiesta una conoscenza specifica e approfondita degli argomenti, nonché l’acquisizione di un linguaggio appropriato e specialistico.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Non ci sono differenze tra frequentanti e non frequentanti

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 06/10/2021


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top