Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA DELLE TECNICHE ARTISTICHE E DELLE ARTI GRAFICHE
HISTORY OF ARTISTIC TECHNIQUES AND GRAPHIC ARTS

A.A. CFU
2021/2022 12
Docente Email Ricevimento studenti
Anna Cerboni Baiardi al termine di ogni lezione e su appuntamento, presso Palazzo Albani
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Francese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Storia dell'Arte (LM-89)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso vuole indirizzare gli studenti verso la conoscenza della storia di alcune delle principali tecniche artistiche attraverso l’analisi di manufatti di particolare pregio, delle principali tecniche incisorie e degli esiti della produzione grafica dei maggiori artisti italiani attivi tra XV e XVIII secolo.

Programma

Il corso si divide in due parti. Nella prima, dedicata alla Storia del disegno, si prenderanno in esame materiali, tecniche e tipologie grafiche; l’evoluzione del disegno nell’attività di alcuni artisti (Pisanello, Botticelli, Perugino, Leonardo, Michelangelo, Raffaello, Andrea del Sarto, Pontormo, i Carracci, ecc.); la considerazione da esso raggiunta nella letteratura artistica e presso alcuni grandi collezionisti.

Nella seconda parte, dedicata alla Storia delle tecniche artistiche, verrà analizzato lo sviluppo di tecniche relative alla pittura (murale, su tavola, su tela), alla scultura (in marmo, in bronzo e in legno) e ad alcune arti applicate (arazzo, tarsia lignea, ceramica, ecc.), contestualmente alle fonti che se ne sono occupate. Uno spazio significativo sarà inoltre offerto alle principali tecniche incisorie (xilografia, bulino, acquaforte) con l’analisi delle stampe più importanti di tutti i tempi.

Le lezioni saranno integrate da incontri con specialisti dei diversi settori e da visite guidate a laboratori e collezioni d’arte, specialmente del territorio.

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Lo studente dovrà apprendere la capacità di distinguere le diverse tecniche disegnative, il ductus grafico degli artisti presi in considerazione, il rapporto che intercorre tra disegno e le altre elaborazioni artistiche; dovrà altresì acquisire le competenze necessarie per intendere il ruolo e il valore delle tecniche più diffuse ed in particolar modo di quelle incisorie; dimostrare di aver sviluppato capacità critica (creando connessioni tra i diversi argomenti), autonomia di indagine (presentando ragionevoli argomentazioni personali), e una intelligente e chiara comunicazione dei contenuti. 

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Sono previsti incontri con esperti di diversi settori e visite a musei, gabinetti di incisioni e stampe, laboratori artisti, collezioni pubbliche e private.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, seminari, visite guidate.

Obblighi

La frequenza non è obbligatoria ma vivamente consigliata

Testi di studio

Per la prima parte:

F. Negri Arnoldi, S. Prosperi Valenti, Il disegno nella storia dell'arte italiana, Roma, NIS, 1986 (e successive ristampe);

L. Grassi, Il disegno italiano dal Trecento al Seicento, Roma, Archivio Guido Izzi, 1993, pp. 11-62;

Per la seconda parte:

Arti Minori, a cura di C. Piglione e F. Tasso, Milano, Jaka Book, 2000 (le voci: Arazzo, Commesso, Incisione, Maiolica, Miniatura, Porcellana, Tarsia, Vetrata);

Le tecniche calcografiche d'incisione diretta. Bulino, Puntasecca Matita nera, a cura di G. Mariani, Roma, De Luca, 2003;

A. Cerboni Baiardi, La democrazia della stampa. Raffaello e la divulgazione prima della fotografia, in Raffaello pittore del segno e del colore, a cura di C. Strinati, Roma, Erreciemme, 2014, pp. 117-141.

Parte integrante del materiale d'esame sono anche i power point con le immagini presentate dalla docente durante le lezioni, che saranno a disposizione degli studenti frequentanti e non frequentanti al termine del corso.

Modalità di
accertamento

Prova orale con accertamento della comprensione degli argomenti trattati durante le lezioni e dei libri di testo indicati in bibliografia, nonché della capacità di creare relazioni tra i diversi argomenti trattati. Si valuterà inoltre la capacità di indagine autonoma e l'esposizione chiara dei contenuti. 

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Lo studente, tramite lo studio individuale e il supporto dei power point con le immagini presentate dalla docente durante le lezioni (disponibili alla fine del corso), dovrà apprendere i diversi argomenti indicati nel programma.

Obblighi

Nessuno

Testi di studio

Per la prima parte:

F. Negri Arnoldi, S. Prosperi Valenti, Il disegno nella storia dell'arte italiana, Roma, NIS, 1986 (e successive ristampe);

L. Grassi, Il disegno italiano dal Trecento al Seicento, Roma, Archivio Guido Izzi, 1993, pp. 11-62;

Per la seconda parte:

Arti Minori, a cura di C. Piglione e F. Tasso, Milano, Jaka Book, 2000;

Le tecniche calcografiche d'incisione diretta. Bulino, Puntasecca Matita nera, a cura di G. Mariani, Roma, De Luca, 2003;

A. Cerboni Baiardi, La democrazia della stampa. Raffaello e la divulgazione prima della fotografia, in Raffaello pittore del segno e del colore, a cura di C. Strinati, Roma, Erreciemme, 2014, pp. 117-141.

Parte integrante del materiale d'esame sono anche i power point con le immagini presentate dalla docente durante le lezioni, che saranno a disposizione degli studenti frequentanti e non frequentanti al termine del corso.

Modalità di
accertamento

Prova orale con accertamento della comprensione dei libri di testo indicati in bibliografia e dei power point messi a disposizione dalla docente alla fine del corso. Si valuterà inoltre la capacità di creare relazioni tra i diversi argomenti trattati, l'autonomia d'indagine e l'esposizione chiara e intelligente dei contenuti. 

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nello studio; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Note

Gli studenti che intendono sostenere l'esame in lingua francese potranno concordare con la docente la sostituzione, dove possibile, di alcuni dei testi indicati in bibliografia con testi in lingua francese.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 20/07/2021


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top