Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


DISEGNO 1
DRAWING 1

A.A. CFU
2021/2022 6
Docente Email Ricevimento studenti
Laura Baratin venerdì dalle 15.00 alle 17.00 e per altri giorni previo appuntamento

Assegnato al Corso di Studio

Conservazione e Restauro dei Beni Culturali (LMR/02)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il Corso si propone di fornire le conoscenze e le abilità necessarie per applicare consapevolmente il linguaggio del disegno, finalizzato alla registrazione e alla comunicazione della morfologia e dello stato conservativo dei manufatti artistici (dipinti su tela, manufatti lignei e opere contemporanee).

Il corso affronta la tematica della documentazione per i beni culturali, con particolare riferimento alla metodologia e all’utilizzo di strumenti digitali per la documentazione e la catalogazione nella conservazione e restauro dei beni culturali.

Gli obiettivi del corso sono:

-  fornire una conoscenza di base dei fondamenti storici e scientifici dei metodi codificati della rappresentazione grafica, che consenta di documentare la struttura geometrica e composizionale dell’opera d’arte;

-  fornire gli strumenti teorici e operativi per rappresentare un’opera d’arte attraverso un linguaggio convenzionale.

Le tecniche di rappresentazione utilizzate spaziano da quelle tradizionali del disegno a mano libera e del disegno tecnico a quelle digitali supportate da software specifici, con particolare riferimento alla documentazione dei cantieri di restauro.

Programma

PROGRAMMA

·  INTRODUZIONE (4 ore)

Cosa significa documentare i beni culturali

·  LEZIONE 1 (4 ore)

Storia della rappresentazione

·  LEZIONE 2 (4 ore)

La catalogazione e il catalogo: storia e metodo

·  LEZIONE 3 (4 ore)

Tecniche di documentazione

·  LEZIONE 4-5 (8 ore)

Strumenti per la documentazione grafica digitale: introduzione all’utilizzo del software AutoCAD

·  LEZIONE 6 - 7 -8 (12 ore)

La mappatura conservativa: fotoraddrizzamento, rappresentazione grafica, scelte grafiche (retini, vettoriali e colore)

·  LEZIONE 9 (4 ore)

Standard grafici: mappare i materiali e i degradi dell’opera d’arte

·  LEZIONE 10 (4 ore)

L’impostazione della tavola di stampa: struttura del layout, scala metrica, pennini di stampa e testi

ESERCITAZIONE N1 (presentazione in aula 4 ore) - La rappresentazione grafica dell’opera d’arte

ESETCITAZIONE N2 (presentazione in aula 4 ore) – Elaborazione di standard grafici per la mappatura conservativa

PROGRAMMA MODULO SUPPLEMENTO ALLA DIDATTICA  - Dott.ssa Francesca Gasparetto

·  STRUMENTI PER LA SCHEDATURA CONSERVATIVA (10 ore)

>  Cosa significa progettare un sistema documentativo digitale per i beni mobili (3 ORE)

-  introduzione al software online Conservation Digital Report CDR

-  la documentazione digitale delle opere presenti in laboratorio tele della Scuola di Conservazione e Restauro di Urbino

-  esempio di un caso studio tra le opere della Scuola di Conservazione e Restauro

>  Come funziona il software CDReport (2 ORE)

-  progettazione di una scheda

-  compilazione della scheda

ESERCITAZIONE N3 (sopralluogo in laboratorio e presentazione in aula 5 ORE) – La schedatura conservativa di un’opera d’arte

-  Analisi delle opere in laboratorio: osservazione, studio tecniche esecutive e meccanismi di degrado

-  Raccolta informazioni in laboratorio

-  Progettazione scheda digitale

-  Compilazione della scheda

-  Revisione finale

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Capacità di analisi della struttura grafica dell’opera d’arte figurativa e di riconoscimento della conformazione geometrica del manufatto in relazione alla sua collocazione temporale, capacità di documentare con strumenti digitali manufatti artistici attraverso differenti metodi e tecniche di rappresentazione grafica, capacità di individuare e ricostruire i metodi di rappresentazione applicati nelle iconografie storiche.

Capacità di documentare i passaggi delle attività di conoscenza di un'opera in funzione del successivo intervento.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Il corso è articolato in una serie di lezioni frontali riguardanti l'inquadramento della disciplina ed esempi applicativi. Si prevedono, ad integrazione delle lezioni, due esercitazioni pratiche atte a sviluppare l'analisi, l'interpretazione e la rappresentazione dei manufatti indagati, da svolgersi in parte durante le ore di lezione, assistita dalla docenza, e in parte a casa.

Le tavole redatte durante il corso verranno corrette e commentate, in aula e durante revisioni concordate con il docente, e costituiranno il fascicolo finale che ogni studente dovrà consegnare il giorno dell’esame e saranno una parte della valutazione finale.

Obblighi

Consigliata la frequenza delle lezioni.

Le esercitazioni pratiche fanno parte integrante della preparazione finale e quindi devono essere completate in tutte le loro parti (anche per studenti non frequentanti)

Testi di studio

DOCCI M., GAIANI M., MAESTRI D., Scienza del disegno, Città Studi Edizioni, Novara 2011.

SAINT AUBIN J. P., Il rilievo e la rappresentazione dell'architettura, Edizione italiana a cura di BARATIN L. e SELVINI A., Ed. Moretti & Vitali, Bergamo 1999.

VASCO ROCCA S., Beni culturali e catalogazione Principi teorici e percorsi di analisi, Gangemi Editori, Roma 2001.

AMATURO M., CASTELLANI P., (a cura di) Catalogare le opere d'arte, ICCD, Roma 2006.

RELLA L., SACCANI L., Schede tecniche per il restauratore, Hoepli, Milano 2009

RUSSO J., Degrado dei materiali lapidei: proposta di simbologia grafica. In Carbonara G., Trattato di restauro architettonico – Secondo aggiornamento. Milano: UTET, 2008.

Modalità di
accertamento

L'esame si articola in:

-  una prova orale articolata in un colloquio sulla base degli argomenti teorici trattati (1/3)

-  esposizione orale del fascicolo grafico consegnato. L’elaborato dovrà raccogliere i risultati delle esercitazioni n.1 e n.2 e l’esercitazione riguardo la schedatura conservativa; dovrà inoltre presentare coerenza grafica e linguaggio grafico corretto secondo le convenzioni. (2/3)

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Il corso è articolato in una serie di lezioni frontali riguardanti l'inquadramento della disciplina ed esempi applicativi. Si prevedono, ad integrazione delle lezioni, due esercitazioni pratiche atte a sviluppare l'analisi, l'interpretazione e la rappresentazione dei manufatti indagati, da svolgersi in parte durante le ore di lezione, assistita dalla docenza, e in parte a casa.

Le tavole redatte durante il corso verranno corrette e commentate, in aula e durante revisioni concordate con il docente, e costituiranno il fascicolo finale che ogni studente dovrà consegnare il giorno dell’esame e saranno una parte della valutazione finale.

Obblighi

Consigliata la frequenza delle lezioni.Contattare il docente per concordare le esercitazioni e il materiale di studio di approfondimento

Le esercitazioni pratiche fanno parte integrante della preparazione finale e quindi devono essere completate in tutte le loro parti (anche per studenti non frequentanti).

Testi di studio

DOCCI M., GAIANI M., MAESTRI D., Scienza del disegno, Città Studi Edizioni, Novara 2011.

SAINT AUBIN J. P., Il rilievo e la rappresentazione dell'architettura, Edizione italiana a cura di BARATIN L. e SELVINI A., Ed. Moretti & Vitali, Bergamo 1999.

VASCO ROCCA S., Beni culturali e catalogazione Principi teorici e percorsi di analisi, Gangemi Editori, Roma 2001.

AMATURO M., CASTELLANI P., (a cura di) Catalogare le opere d'arte, ICCD, Roma 2006.

RELLA L., SACCANI L., Schede tecniche per il restauratore, Hoepli, Milano 2009

RUSSO J., Degrado dei materiali lapidei: proposta di simbologia grafica. In Carbonara G., Trattato di restauro architettonico – Secondo aggiornamento. Milano: UTET, 2008.

Modalità di
accertamento

L'esame si articola in:

-  una prova orale articolata in un colloquio sulla base degli argomenti teorici trattati (1/3)

-  esposizione orale del fascicolo grafico consegnato. L’elaborato dovrà raccogliere i risultati delle esercitazioni n.1 e n.2 e l’esercitazione riguardo la schedatura conservativa; dovrà inoltre presentare coerenza grafica e linguaggio grafico corretto secondo le convenzioni. (2/3)

Note

Gli allievi dovranno essere muniti di fogli bianchi per appunti in formato A4, altri materiali per il disegno tecnico verranno indicati sulla base delle esercitazioni assegnatePer la parte informatica si consiglia l'uso di un PC con sistema operativo Windows nelle ultime versioni.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 27/10/2021


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top