Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PSICOLOGIA DELLA MARGINALITÀ E DELLA DEVIANZA
PSYCHOLOGY OF MARGINALITY AND DEVIANCE

A.A. CFU
2021/2022 6
Docente Email Ricevimento studentesse e studenti
Mauro Mario Coppa Lunedì dalle 16,30-17.30 . Il ricevimento si svolgerà in presenza.

Assegnato al Corso di Studio

Pedagogia (LM-85)
Curriculum: COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso ha lo scopo di fornire indicazioni teorico-metodologiche e buone prassi operative,  per comprendere i bisogni educativi e le modalità di intervento in ambito educativo, nei confronti degli alunni con BES.

Inoltre, si prefigge l’obiettivo di individuare condizioni di politiche inclusive , nei confronti dei vari livelli di diversità.

In particolare, lo sguardo è concentrato sulla rilevazione dei bisogni educativi e formativi di alunni con gravi disabilità, con disturbi evolutivi specifici, ed in particolare condizioni di svantaggio culturale e socio-relazionale.

·    comprendere quali sono le condizioni essenziali che facilitano l’apprendimento di alunni con BES,  e condizioni di vulnerabilità psichica e relazionale;

·   praticare ed applicare in maniera competente le strategie educative di didattica speciale che consentono di favorire le condizioni di inclusività all’interno della scuoa e del contesto di vita quotidiana;

·  saper applicare le strategie di didattica inclusiva in contesti scolastici e extrascolastici (nidi, servizi educativi, riabilitativi, ricreativi e sociali);

·   progettare ed implementare interventi psicoeducativi,  finalizzati a migliorare le condizioni di alunni che presentano gravi disabilità intellettive e disordini evolutivi specifici;

·   creare modelli di intervento “in rete”, che creino  le condizioni per una presa in carico della persona,  in condizioni di difficoltà scolastica e sociale;

Programma

Il programma verterà sullo sviluppo di contenuti teorico-metodologici  sviluppate in cinque parti:

- Introduzione teorico meteodologica sulla didattica speciale per l'inclusione e BES;

- La valutazione delle competenze degli alunni e la promozione del benessere a scuola;

- Interventi metodologici e strategie di didattica speciale;

-La valutazione della qualità dell'inclusione / Tecnologie assistive / Le competenze compensative;

-In classe con... alunni con BES;

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

In rapporto alla materia di insegnamento, lo studente dovrà  mostrare la:


- comprensione del razionale associato all’inclusione , in particolare alle condizioni di disabilità grave ed estrema

- padronanza delle  tecniche di osservazione e di valutazione didattica, per alunni con BES

- applicazione corretta delle metodologie di intervento educativo per persone con BES, lungo il ciclo di vita

- padronanza nella possibilità di promuovere politiche inclusive,  anche in contesti extrascolastici , e tessere reti sociali inclusive
 

Capacità trasversali

- essere capaci di esprimere  valutazioni sui diversi approcci alla didattica inclusiva, per disseminare concetti e metodologie di filosofia inclusiva nei contesti di vita quotidiana

- esprimersi adeguatamente tramite terminologia specifica, inerente alla didattica speciale

.
- acquisire  i contenuti peculiari della materia impiegando varie modalità (lavoro individuale, esercitazioni, quiz di verifica.), impiegando con consapevolezza metodologie di studio e memorizzazione adeguati ( es., mappe mentali e concettuali, tabelle di memoria, ecc.)

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, videoanalisi di frames di intervento nei contesti scolastici e/o riabilitativi , reports focalizzati all’analisi delle variabili intervenienti nella specifica situazione educativa

Obblighi

Non è previsto obbligo di frequenza.

Testi di studio

- Cottini L. (2020). Didattica speciale per l’educatore socio-pedagogico. Carocci Roma.

- Coppa, M.M.; De Santis, R.; Cisini, V. (2021). Insegnare a comunicare quando la disabilità è grave. Humanitas edizioni, Roma

- Babini, M.; Coppa, M.M. (2015). Interventi psicoeducativi nella disabilità grave. Edizioni Erickson, Trento

Modalità di
accertamento

Prova scritta di verifica finale con 6 domande aperte e 4 brevi reports su casi clinici,  finalizzate alla rilevazione delle acquisizioni attuate durante le lezioni.

I criteri di valutazione saranno:

- livello di comprensione dei nuclei concettuali relativi alla didattica speciale per l’inclusione;

-la capacità di tradurre i concetti appresi in contesti esperienziali complessi

- Lo studente dovrà dimostrare di proporre una bozza di intervento psicoeducativo, che sia in linea ed organico rispetto ai temi trattati durante le lezioni

Attribuzione dei punteggi

Le prime 6 domande saranno valutate con un punteggio da 0 a 5, mentre i reports verranno valutati con un punteggio da 5 a 10

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni aggiuntive per studentesse e studenti non Frequentanti

Modalità didattiche

Gli studenti non frequentanti avranno a disposizione il materiale didattico caricato su Moodle (slides dalle lezioni, strumenti di valutazione, ecc)

Testi di studio

- Cottini L. (2020). Didattica speciale per l’educatore socio-pedagogico. Carocci Roma.

- Coppa, M.M.; De Santis, R.; Cisini, V. (2021). Insegnare a comunicare quando la disabilità è grave. Humanitas edizioni, Roma

- Babini, M.; Coppa, M.M. (2015). Interventi psicoeducativi nella disabilità grave. Edizioni Erickson, Trento

Modalità di
accertamento

Modalità di verifica degli esiti dell’apprendimento

Verifiche periodiche con questionari a scelta multipla e realizzazione di brevi reports su casi clinici,  finalizzate alla rilevazione delle acquisizioni teorico-metodologiche durante le lezioni

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 05/09/2021


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top