Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SISTEMI PER L'INTERNET OF THINGS
IOT SYSTEMS

A.A. CFU
2023/2024 6
Docente Email Ricevimento studenti
Luca Romanelli Giovedì dalle 13:00 alle 14:00
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Informatica Applicata (L-31)
Curriculum: Curriculum per l'elaborazione delle Informazioni
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

L'insegnamento ha lo scopo di illustrare i principi di base, le tecniche, gli strumenti ed i dispositivi atti a realizzare sistemi per l'internet delle cose.

Programma

01. Fondamenti dei sistemi per l’internet delle cose:
    01.01 Definizione di sistemi per l’internet delle cose (sistemi IoT)
    01.02 Storia del termine IoT e di alcune delle tecnologie correlate
    01.03 Casi di utilizzo

02. Architettura generale di un sistema IoT
    02.01 Dal livello di campo al cloud
    02.02 Applicazioni per la gestione ed il controllo di sistemi automatici
    02.03 Valore atteso del progetto di un sistema IoT

03. Elementi di base di un sistema IoT: sensori e attuatori
    03.01 Sensori passivi
    03.02 Sensori attivi
    03.03 Sensori ad alte prestazioni
    03.04 Integrazione di sensori
    03.05 Attuatori

04. Elementi di base di un sistema IoT: sorgenti e accumulatori di energia
    04.01 Unità di misura di potenza ed energia
    04.02 Approvvigionamento di energia
    04.03 Accumulatori di energia

05. Tecnologie per la comunicazione non basate su protocollo IP
    05.01 Elementi di base dei sistemi WPAN
    05.02 Il protocollo Bluetotth
    05.03 Il protocollo Zigbee
    05.04 Il protocollo Z-wave e i sistemi HVAC
    05.05 Lo standard KNX

06. Tecnologie per la comunicazione basate su protocollo IP
    06.01 Enti, organizzazioni e definizioni preliminari
    06.02 Il modello ISO/OSI
    06.03 Elementi del protocollo IP
    06.04 Sistemi wireless: diagrammi di irradiazione antenne
    06.05 La suite di protocolli IEEE 802.11
    06.06 Protocolli 802.11 per sistemi IoT: 802.11ac / 802.11p / 802.11ah
    06.07 Il progetto 6LoWPAN

07. Sistemi e protocolli di comunicazione a lungo raggio (LPWAN)
    07.01 Tecnologie cellulari
    07.02 Tecnologia LoRaWAN
    07.03 Tecnologia Sigfox

08. Architettura “edge” e “cloud”
    08.01 Significato ed esempi di “edge computing”
    08.02 Protocolli per lo scambio dati tra edge e cloud: il protocollo MQTT
    08.03 Ambient computing, sensori sintetici

09. Vulnerabilità e protezione dei sistemi IoT
    09.01 Classificazione dei tipi di attacco informatico
    09.02 Tecniche e meccanismi di difesa
    09.03 Esempi di attacchi informatici a sistemi IoT

Eventuali Propedeuticità

Non vi sono propedeuticità obbligatorie ma è fortemente consigliato partecipare al corso di SISTEMI PER L'INTERNET OF THINGS dopo aver sostenuto l'esame di RETI DI CALCOLATORI o perlomeno dopo averne ben compreso i concetti fondamentali.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione:
Al termine del corso lo studente avrà acquisito i concetti fondamentali per la realizzazione di semplici sistemi automatici, telecontrollati attraverso rete pubblica o privata (internet delle cose).
Capacità di applicare conoscenza e comprensione :
Al termine del corso lo studente sarà in grado di comprendere il funzionamento di sistemi di automazione telecontrollati che costituiscono la base per la realizzazione di sistemi per l'internet delle cose.
Autonomia di giudizio:
Al termine del corso lo studente sarà in grado di applicare i metodi di analisi e progettazione relativi ai sistemi per l'internet delle cose e/o diagnosticarne malfunzionamenti.
Abilità comunicative:
Al termine del corso lo studente avrà acquisito la capacità di esprimere i concetti fondamentali dei sistemi automatici telecontrollati con linguaggio appropriato e termini corretti.
Capacità di apprendimento:
Al termine del corso lo studente avrà sviluppato capacità di apprendimento negli ambiti della automazione e del telecontrollo attraverso reti basate su vari tipi di protocolli e servizi.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni teoriche frontali con alcuni esempi pratici
Possibile assegnazione di elaborati di approfondimento su temi focali del programma previsto.

Obblighi

La frequenza del corso non è obbligatoria ma fortemente consigliata.

Testi di studio

Perry Lea, "IoT and Edge Computing for Architects" - Seconda edizione  (March 2020).

Slide fornite dal docente.

Modalità di
accertamento

Prova pratica: relazione su argomento o progetto concordato con il docente da consegnare inderogabilmente entro 5 giorni lavorativi precedenti la data di appello scelta dal candidato.

Prova orale: breve illustrazione della relazione oggetto della prova pratica. Quesiti di verifica sul programma svolto che accertino conoscenza degli argomenti trattati, illustrati dal candidato con utilizzo di linguaggio tecnico specifico e capacità di strutturare semplici sistemi per l’internet delle cose.

Il candidato avrà accesso alla prova orale solo nel caso in cui la prova pratica sia giudicata sufficiente ed in particolare possieda i seguenti requisiti:

  • L’argomento oggetto della relazione sia stato approfondito e non risulti essere la semplice rielaborazione del materiale didattico fornito o di quanto espresso dal docente nel corso delle lezioni.
  • L’argomento sia stato dapprima correttamente contestualizzato e poi descritto in maniera strutturata.
  • Siano stati descritti alcuni possibili casi di utilizzo
Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio del materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (diapositive, esercizi, bibliografia).

Le comunicazioni del docente in merito all'insegnamento sono reperibili su piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Obblighi

La frequenza del corso non è obbligatoria ma fortemente consigliata.

Testi di studio

Perry Lea, "IoT and Edge Computing for Architects" - Seconda edizione  (March 2020).

Slide fornite dal docente.

Modalità di
accertamento

Prova Pratica: relazione su argomento o progetto concordato con il docente da consegnare inderogabilmente entro 5 giorni lavorativi precedenti la data di appello scelta dal candidato.

Parte Orale: breve illustrazione della relazione oggetto della prova pratica. Quesiti di verifica sul programma svolto che accertino conoscenza degli argomenti svolti, illustrati dal candidato con utilizzo di linguaggio tecnico specifico e capacità di strutturare semplici sistemi per l’internet delle cose.

Il candidato avrà accesso alla prova orale solo nel caso in cui la prova pratica venga giudicata sufficiente ed in particolare possieda i seguenti requisiti:

  • l’argomento o il progetto, oggetto della relazione, viene approfondito e non risulta essere solo la semplice rielaborazione del materiale didattico o di quanto espresso dal docente nel corso delle lezioni.
  • l’argomento o il progetto devono essere dapprima correttamente contestualizzati e poi descritti in maniera strutturata
  • vengono descritti possibili casi di utilizzo.
Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 09/12/2023


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top