Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


LINGUAGGI ARTISTICI
ARTISTIC LANGUAGES

Conoscere e riconoscere
Becoming a connoisseur

A.A. CFU
2017/2018 6
Docente Email Ricevimento studenti
Anna Maria Ambrosini Massari Dopo le lezioni, previo appuntamento

Assegnato al Corso di Studio

Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (LM-59)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso mira ad educare alla conoscenza e riconoscimento delle opere e degli artisti ma anche dei movimenti, connotandone i caratteri esclusivi e ricorrenti, in modo da rendere gli studenti abili a riconoscere artisti ed opere, perseguendo le finalità del corso di studio con l'apporto del versante dei linguaggi artistici, fondamentali per una piena padronanza della comunicazione.

L'analisi degli elementi che compongono l'espressione artistica diventa introduce alla connessione storica e giunge fino al complesso ed allargato sistema della produzione contemporanea: del design, della moda, dell'espressione pubblicitaria e mediatica, che non può prescindere da una conoscenza ed utilizzo del linguaggio artistico, variamente trasformato e finanche distorto.

Programma

Lo svolgimento delle lezioni prevede l'esercitazione nell'analisi e interpretazione delle opere, in particolare attraverso il confronto fra opere di un artista, di più artisti, di artisti di diverse aree culturali e così via, sulla base di una selezione di immagini predisposta dalla docente.

Il corso farà riferimento a una cronologia che va dagli albori del Rinascimento al contemporaneo, ovviamente con una opportuna selezione di nuclei di opere e temi sintomatici di alcuni sviluppi storico-artistici e antropologici.

Il programma utilizza un testo di base fornendo una selezione allargata di immagini sulle quali esercitare l'analisi e i confronti necessari.

Eventuali Propedeuticità

Visite a Musei e incontri con studiosi esterni, organizzati nell'ambito del corso.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Lo studente dovrà mostrare la padronanza delle conoscenze di base relative ai metodi, analisi e interpretazione delle opere e degli artisti, dimostrando di saper riconoscere, spiegare e collocare le opere nella loro epoca, scuola, territorio, sapendone valutare qualità e rapporti, confronti con opere analoghe e differenti, infine raggiungere una matura capacità di leggere le opere, caratterizzandone il contesto.

Lo studente dovrà mostrare la comprensione dei concetti e dovrà fornire esempi sulla base dei modelli appresi, nel riconoscere e confrontare le opere, essere in grado di individuare area geografica, cronologia e qualità delle opere anche a una prima lettura di esse, oltre a connotare quelle studiate di ulteriori confronti e valutazioni storico-critiche.

Lo studente dovrà acquisire un maturo profilo metodologico.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali sempre con proiezioni di immagini, visite a musei e collezioni pubbliche e private, incontri con studiosi esterni.

Obblighi

E’ previsto un obbligo di frequenza nella misura del 50% delle ore di lezione.

Testi di studio

A. Pinelli, La storia dell'arte. Istruzioni per l'uso, Bari, Laterza, prima edizione 2009.

Immagini a corredo del testo viste a lezione fornite dalla docente (pdf)

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione. È prevista la possibilità di presentare un paper scritto, su un tema concordato con il docente.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Obblighi

Studio dei testi di esame e delle immagini indicate nella casella non-frequentanti.

Testi di studio

A. Pinelli, La storia dell'arte istruzioni per l'uso, Bari, Laterza, edizione 2009.

F. Zeri, Dietro l'immagine, Milano Longanesi 1987 (ci sono edizioni successive che vanno ugualmente bene). Conoscenza della Prima, seconda e quinta Conversazione (capitoli). 

Modalità di
accertamento

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.

Note

La frequenza al corso è obbligatoria (almeno il 50% delle ore di lezione) con la sola eccezione degli studenti lavoratori iscritti al percorso part-time, per i quali la frequenza al corso è facoltativa seppur consigliata. Gli studenti a tempo pieno che non hanno raggiunto il numero minimo di ore di frequenza del singolo insegnamento devono contattare il docente per concordare modalità di recupero del debito di frequenza.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 21/02/2018


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top