Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


BIOLOGIA ANIMALE
ANIMAL BIOLOGY

A.A. CFU
2018/2019 6
Docente Email Ricevimento studenti
Barbara Canonico Mercoledì 9,30-11,30
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Scienza della Nutrizione (L-29)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso è finalizzato a fornire le conoscenze di base in biologia animale con particolare riguardo alla composizione, alla struttura e alla funzionalità della cellula eucariotica (con cenni ai Procarioti), ai fondamentali organuli cellulari, ai meccanismi di trasferimento dell’informazione genetica. Tale corso vorrebbe inoltre fornire allo studente, accenni al metodo scientifico-sperimentale che ha portato alla comprensione delle strutture e dei meccanismi descritti.
 

Programma

INTRODUZIONE E CHIMICA DELLA VITA:

Caratterizzazione degli organismi viventi. Introduzione alle cellule e differenze tra cellula procariotica ed eucariotica

I componenti chimici delle cellule: le piccole e le macromolecole nella cellula.

Struttura e funzione delle proteine.

La regolazione dell’attività delle proteine.

La CELLULA: DAL SUO ESTERNO ALL'INTERNO:

La struttura delle membrane: il doppio strato lipidico e le proteine di membrana.

Il trasporto attraverso le membrane cellulari: i principi, i trasportatori e le loro funzioni, i canali ionici e il potenziale di membrana.

Il citoscheletro. I filamenti intermedi. I microtubuli. I filamenti di actina.

Compartimenti intracellulari e trasporto di proteine.

Lo smistamento di proteine.

Reticolo endoplasmatico, apparato del Golgi, lisosomi, perossisomi e mitocondri. Contributo mitocondriale nel processo apoptotico

Il trasporto vescicolare.

Le vie di secrezione. Fagocitosi, endocitosi, esocitosi, pinocitosi.

La segnalazione cellulare.

I principi generali della segnalazione cellulare. Recettori. La Comunicazione intercellulare.

NEL NUCLEO:

Composizione chimica, struttura e replicazione del DNA.

Dal DNA alle proteine.

Composizione chimica e struttura dell’RNA.

Dal DNA all’RNA.

Dall’RNA alle proteine.

Il controllo dell’espressione genica.

Ciclo cellulare. Il sistema di controllo del ciclo cellulare. Mitosi e meiosi. Esempi dal mondo animale

DALLA CELLULA AI TESSUTI:

La matrice extracellulare e l’adesione delle cellule.

Eventuali Propedeuticità

Non ci sono propedeuticità

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Alla fine del corso e per il superamento dell'esame, lo studente dovrà dimostrare di conoscere le problematiche generali della Biologia animale: comprendere le strutture e i meccanismi di base di funzionamento delle cellule, fondamentale per i successivi ambiti alimentari e nutrizionistico. Infine lo studente dovrà dimostrar di sapere esporre con proprietà di linguaggio e terminologia appropriata le conoscenze acquisite e possedere capacità di comprendere e discutere semplici esperimenti di laboratorio, dal momento che molti sono riportati anche nei testi di studio come esempi delle modalità di ottenimento di scoperte ora oggetto di studio.

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): Alla fine del corso lo studente avrà acquisito la conoscenza delle principali strutture e processi cellulari, con riferimento ad alcuni dei  principali esperimenti che hanno consentito di raggiungere le attuali conoscenze.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding): Alla fine del corso e per il superamento dell'esame, lo studente dovrà dimostrare di conoscere le problematiche generali della Biologia animale: comprendere le strutture e i meccanismi di base di funzionamento delle cellule, fondamentale per i successivi ambiti alimentari e nutrizionistico. Utilizzare il materiale didattico a disposizione per approfondimenti, da sviluppare confrontandosi con il docente.

Autonomia di giudizio (making judgements): Al termine del corso lo studente dovrà dimostrare l’attitudine a: - valutare criticamente l’adeguatezza di scelte didattiche relative alla progettazione curricolare e alla trasposizione didattica del sapere; - individuare i mediatori didattici più adeguati per la costruzione di specifici ambienti di apprendimento; - interpretare situazioni didattiche problematiche formulando ipotesi di intervento didattico.

Capacità di apprendimento. Lo studente dovrà essere in grado di inserirsi, in maniera critica ed autonoma, negli argomenti scientifici esposti dal docente, utilizzando correttamente il materiale di studio fornito dal docente ed eventuale materiale di approfondimento. Queste abilità, per quanto possibile, verranno stimolate dal docente proponendo approfondimenti o, che poi verranno spiegati e discussi durante le lezioni o le ore di laboratorio, stabilite di concerto tra studenti e docente..

Abilità comunicative. Lo studente dovrà essere in grado di descrivere i fenomeni chimico-fisici appresi durante il corso esprimendosi chiaramente, con termini appropriati e con esempi opportuni. Capacità di apprendimento. Lo studente dovrà essere in grado di costruire il suo percorso di crescita scientifica in maniera critica ed autonoma, essendo in grado di utilizzare correttamente il materiale di studio fornito dal docente e il materiale di approfondimento che lui stesso potrà procurarsi. Queste abilità, per quanto possibile, verranno stimolate dal docente proponendo approfondimenti e fornendo esercizi da risolvere a casa durante il corso, che poi verranno spiegati e discussi durante le lezioni o le ore di attività di supporto.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Almeno una esercitazione pratica viene effettuata durante il Corso: la data viene sempre concordata con gli studenti.  Si tratta di circa 1 ora: gli studenti vengono suddivisi in gruppi perchè troppo numerosi per accedere simultaneamente in laboratorio. Vengono mostrate le più comuni strumentazioni di un laboratorio di biologia cellulare e vengono effettuate delle analisi in microscopia a contrasto di fase di cellule in sospensione e in adesione. Il materiale didattico predisposto dal docente (come ad esempio diapositive, dispense, esercitazioni) e le comunicazioni specifiche del docente sono reperibili, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Prevalentemente lezioni frontali, le esercitazioni pratiche saranno concordate con gli studenti.

Obblighi

Discreta conoscenza della lingua inglese. Consultazione delle diapositive fornite dal docente unitamente alla consultazione del libro di testo

Testi di studio

B. Lewin, L. Cassimeris, V. R. Lingappa, G. Plopper. Cellule, Zanichelli; B. Alberts, A. Johnson, J. Lewis, M. Raff, K. Roberts, P. Walter. L’essenziale di biologia molecolare della cellula, Zanichelli; Bacci S. et al BIOLOGIA CELLULA E TESSUTI. edi-ermes

CITOLOGIA e ISTOLOGIA (Bonfanti et al. ) Edizioni Idelson-Gnocchi

Modalità di
accertamento

L'accertamento dell'apprendimento prevede fondamentalmente una prova orale finale, finalizzata a comprendere l’apprendimento delle caratteristiche morfologiche e funzionali delle strutture cellulari studiate.  A metà del corso circa, è previsto un test scritto di verifica delle conoscenze, articolato in 10-15 domande a risposta multipla sul programma svolto sino a quel momento. Allo studente verrà richiesto di sapere esporre con proprietà di linguaggio e terminologia appropriata le conoscenze acquisite e possedere capacità di comprendere e discutere semplici esperimenti di laboratorio, dal momento che molti sono riportati anche nei testi di studio come esempi delle modalità di ottenimento di scoperte ora oggetto di studio. Sia il test scritto che la prova orale vengono giudicati con voto in trentesimi. Il voti finale tiene conto di entrambe le prove

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Il materiale delle lezioni frontali verrà fornito agli studenti tramite piattaforma blended-learning e lo studio degli argomenti dovrà essere affiancato anche dalla consultazione di uno dei libri di testo consigliati. Il docente è a disposizione per fornire, su richiesta dello studente, materiale aggiuntivo relativo a esercitazioni di laboratorio.

Obblighi

Discreta conoscenza della lingua inglese.  Consultazione dei power point delle lezioni. Si consiglia agli studenti non frequentanti di seguire almeno la lezione pratica in laboratorio. Nel caso questo non sia possibile, su richiesta dello studente verranno forniti materiali aggiuntivi per colmare tale mancanza.

Testi di studio

B. Lewin, L. Cassimeris, V. R. Lingappa, G. Plopper. Cellule, Zanichelli; B. Alberts, A. Johnson,J. Lewis, M. Raff, K. Roberts, P. Walter. L’essenziale di biologia molecolare della cellula, Zanichelli; Bacci S. et al BIOLOGIA CELLULA E TESSUTI. edi-ermes

CITOLOGIA e ISTOLOGIA (Bonfanti et al. ) Edizioni Idelson-Gnocchi

Modalità di
accertamento

L'accertamento dell'apprendimento prevede fondamentalmente una prova orale finale, finalizzata a comprendere l’apprendimento delle caratteristiche morfologiche e funzionali delle strutture cellulari studiate.  A metà del corso circa, è previsto un test scritto di verifica delle conoscenze, articolato in 10-15 domande a risposta multipla sul programma svolto sino a quel momento. Allo studente verrà richiesto di sapere esporre con proprietà di linguaggio e terminologia appropriata le conoscenze acquisite e possedere capacità di comprendere e discutere semplici esperimenti di laboratorio, dal momento che molti sono riportati anche nei testi di studio come esempi delle modalità di ottenimento di scoperte ora oggetto di studio. Sia il test scritto che la prova orale vengono giudicati con voto in trentesimi. Il voti finale tiene conto di entrambe le prove

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 21/09/2018


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top