Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


STORIA DELLA LINGUA GRECA
HISTORY OF GREEK LANGUAGE

A.A. CFU
2021/2022 6
Docente Email Ricevimento studenti
Maria Grazia Fileni al termine delle lezioni o per appuntamento

Assegnato al Corso di Studio

Lettere Classiche e Moderne (LM-14 / LM-15)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

L’obiettivo del corso è quello di fornire allo studente:

- gli strumenti metodologici utili per studiare nella corretta dimensione storica il problema della formazione della lingua greca nelle sue diverse ramificazioni dialettali;

- le conoscenze tecniche degli elementi morfologici caratterizzanti i dialetti greci soprattutto nell’ambito delle lingue letterarie;

- la capacità di leggere in questa prospettiva i testi poetici e di riconoscere in essi specifiche forme dialettali;

- la capacità di individuare le peculiarità delle lingue letterarie e la loro correlazione con il genere di appartenenza delle singole opere.

Lo studente potrà così migliorare ed ampliare le conoscenze linguistiche e letterarie e le capacità di apprendimento acquisite nel percorso di laurea triennale e valersi di una più approfondita consapevolezza della lingua greca. La sua preparazione, conseguita attraverso lo studio di testi antichi e di manuali specialistici, gli consentirà un approccio più completo ai testi letterari classici, come si richiede al profilo del laureato in questo Corso di studio.

Programma

Il programma è incentrato sulle problematiche fondamentali della storia della lingua greca, che riguardano a livello storico l’origine e l’evoluzione, e a livello normativo i principali aspetti fonologici e morfologici dei diversi dialetti. Le competenze così acquisite saranno messe in pratica attraverso l’approfondita indagine di alcuni testi della poesia epica.

Nella prima parte del corso saranno affrontati i seguenti argomenti, nell'ordine indicato:

- cenni della storia più antica riguardante l’espansione territoriale dei Greci, le migrazioni, la formazione di stirpi e dialetti, con particolare attenzione ai rapporti fra i racconti mitici, i dati archeologici e quelli linguistici;

- una breve trattazione dei sistemi di scrittura e di trasmissione dei testi (dagli alfabeti arcaici locali alle edizioni ellenistiche);

- i principali caratteri fonetici e morfologici dei diversi gruppi dialettali (dorico, eolico, ionico-attico, arcado-cipriota), inquadrati in una prospettiva indoeuropea;

- il concetto di ‘lingue letterarie’ e il loro rapporto, di vicinanza ma anche di straniamento, rispetto ai dialetti veri e propri, documentati dai testi epigrafici;

- come esemplificazione dell’uso dei dialetti letterari, in particolare della lingua dell'epica, nella seconda parte del semestre sarà letto metricamente,  tradotto e commentato in particolare dal punto di vista linguistico il IX libro dell'Odissea. 

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Lo studente, al termine del corso, avrà acquisito:

Conoscenza e capacità di comprensione

- conoscenza degli argomenti affrontati durante il corso;

-conoscenza delle linee principali della storia della lingua greca riguardanti la sua origine e la sua evoluzione;

- capacità di ben orientarsi nell’ambito delle conoscenze linguistiche e dialettali acquisite.

Conoscenza e capacità di comprensione applicata

- conoscenza delle specificità linguistiche e dialettali caratterizzanti in modo particolare i testi poetici;

- capacità di applicare le conoscenze tecniche di livello linguistico all’analisi di testi che documentano lo status delle lingue letterarie nella produzione letteraria epica.

Autonomia di giudizio

- capacità di acquisire competenze tecniche nell’ambito della lingua greca tali da permettere l’elaborazione e la formulazione di giudizi autonomi.

Abilità comunicative

- capacità di comunicare in modo chiaro e preciso le competenze tecniche acquisite;

- capacità di argomentare temi e problemi in questo specifico settore di studi.

Capacità di apprendere

- capacità di analizzare testi greci e di individuarne le forme linguistiche e dialettali;

- capacità di costruire autonomamente strumenti di indagine e di approfondimento linguistico di differenti testi.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Il corso potrà essere integrato da seminari e conferenze di rilevanza formativa e metodologica per le tematiche dell'insegnamento.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali e modalità blended.

Obblighi

E’ vivamente consigliata l’assidua partecipazione alle lezioni e alle esercitazioni. Per svolgere adeguatamente le attività previste dall’insegnamento è necessaria una buona conoscenza della lingua greca.

Testi di studio

La preparazione della parte istituzionale si baserà sui contenuti delle lezioni introduttive tenute durante il corso e sullo studio dell’Introduzione generale del manuale A. C. Cassio (ed.), Storia delle lingue letterarie greche, Milano 2016, II ediz. (Mondadori); lo studente dovrà inoltre scegliere almeno 3 capitoli dello stesso volume riguardanti le lingue letterarie dei diversi generi poetici e prosastici.

Per la traduzione e il commento del IX libro dell'Odissea si potranno utilizzare le seguenti edizioni: Omero. Odissea, a cura di G. Paduano, Einaudi, Torino 2010; Omero. Odissea. Volume III. Libri IX-XII, a cura di A. Heubeck, Traduzione di G. A. Privitera, Mondadori, Milano 1983 e successive ristampe.

Modalità di
accertamento

L'esame consisterà in una prova orale che verterà sulla parte teorica del corso (inquadramento storico dei dialetti greci, principali caratteri fonologici e morfologici) e su quella riservata alla lettura metrica, alla traduzione e al commento linguistico dei testi poetici presi in esame durante il corso. Ciascuna delle due parti inciderà per il 50% nella valutazione e nel voto finali.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: una conoscenza eccellente della lingua greca antica e della sua evoluzione storica da parte dello studente; il possesso di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: una conoscenza discreta della lingua greca antica e della sua evoluzione storica da parte dello studente; il possesso di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento fra i temi trattati; l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: una conoscenza sufficiente della lingua greca antica e della sua evoluzione storica da parte dello studente; il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: una conoscenza insufficiente della lingua greca antica e della  sua evoluzione storica da parte dello studente; una difficoltà di orientamento rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Lezioni in modalità blended. Studio individuale.

Obblighi

Per svolgere adeguatamente le attività previste dall’insegnamento è necessaria una buona conoscenza della lingua greca. Il programma per non frequentanti è uguale a quello per frequentanti. Lo studente, in ogni caso, è invitato a contattare la docente.

Testi di studio

La preparazione della parte istituzionale si baserà sui contenuti delle lezioni introduttive tenute durante il corso e sullo studio dell’Introduzione generale del manuale A. C. Cassio (ed.), Storia delle lingue letterarie greche, Milano 2016, II ediz. (Mondadori); lo studente dovrà inoltre scegliere almeno 3 capitoli dello stesso volume riguardanti le lingue letterarie dei diversi generi poetici e prosastici.

Per la traduzione e il commento del IX libro dell'Odissea si potranno utilizzare le seguenti edizioni: Omero. Odissea, a cura di G. Paduano, Einaudi, Torino 2010; Omero. Odissea. Volume III. Libri IX-XII, a cura di A. Heubeck, Traduzione di G. A. Privitera, Mondadori, Milano 1983 e successive ristampe.

Modalità di
accertamento

L'esame consisterà in una prova orale che verterà sulla parte teorica del corso (inquadramento storico dei dialetti greci, principali caratteri fonologici e morfologici) e su quella riservata alla lettura metrica, alla traduzione e al commento linguistico dei testi poetici presi in esame durante il corso. Ciascuna delle due parti inciderà per il 50% nella valutazione e nel voto finali.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: una conoscenza eccellente della lingua greca antica e della sua evoluzione storica da parte dello studente; il possesso di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

Daranno luogo a valutazioni discrete: una conoscenza discreta della lingua greca antica e della sua evoluzione storica da parte dello studente; il possesso di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento fra i temi trattati; l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: una conoscenza sufficiente della lingua greca antica e della sua evoluzione storica da parte dello studente; il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: una conoscenza insufficiente della lingua greca antica e della  sua evoluzione storica da parte dello studente; una difficoltà di orientamento rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 13/09/2021


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2022 © Tutti i diritti sono riservati

Top