Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ECONOMIA PUBBLICA E DISEGNO DELLE POLITICHE PER LA SICUREZZA
PUBLIC ECONOMY AND DESIGN OF SECURITY POLICIES

A.A. CFU
2022/2023 9
Docente Email Ricevimento studenti
Paolo Polidori Prima e dopo le lezioni o on line su appuntamento tramite email

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di fornire gli elementi necessari per comprendere l'analisi economica dell'intervento pubblico soprattutto in riferimento alla formazione ed alla realizzazione delle politiche in materia di sicurezza economica e sociale.

L’obiettivo del corso consiste nel trasmettere le competenze necessarie a:

(i) padroneggiare la logica sottesa alle ragioni che giustificano l’ intervento pubblico nel sistema economico;

(ii) approfondire la logica dell’intervento pubblico in materia di sicurezza nelle sue diverse declinazioni;

(iii) comprendere le modalità di disegno e sviluppo delle politiche pubbliche;

(iv) valutarne gli effetti in particolare quelli relativi alla sicurezza; 

(v) applicare le nozioni acquisite in quattro aree particolari: sicurezza e ordine pubblico; sanità; previdenza; istruzione;

vi) imparare a comunicare in modo efficace i contenuti in merito al disegno e all’esito atteso delle politiche adottate;

Al termine del corso lo studente dovrà possedere un metodo per analizzare ed interpretare le politiche di intervento pubblico attraverso un solido utilizzo dei concetti legati alla valutazione di impatto delle normative.

Programma

1. Introduzione all’Economia Politica ed agli strumenti necessari per effettuare una analisi delle politiche pubbliche in materia di sicurezza (12 ore)

Le scelte di consumo e le scelte di produzione di beni e servizi

Il mercato e le regole per il suo funzionamento

I fallimenti del mercato

2. Gli interventi pubblici come soluzione ai problemi dell’economia e della società (12 ore)

Il ruolo dello Stato nei sistemi economici democratici

I fondamenti dell’economia del benessere

Elementi di storia del pensiero economico in materia di intervento pubblico

Definizione del concetto di “quantità ottimale di intervento pubblico” e il problema della valutazione

Il Bilancio dello stato ed i suoi principi in una società democratica

3. Il ruolo delle norme nella definizione degli obiettivi dell’intervento pubblico ( 4 ore)

Le dinamiche di problem solving e le norme come strumento di intervento

Le norme esistenti come vincoli all’azione pubblica

Le norme nuove come strumenti per raggiungere gli obiettivi desiderati

Le politiche sulla sicurezza dal lato del privato e dal lato del legislatore: una diversa prospettiva

Il ruolo della burocrazia nel raggiungimento degli obiettivi contenuti in una norma

4. La valutazione economica delle norme come strumento per analizzare le politiche pubbliche in particolare quelle sulla sicurezza (6 ore)

Le principali tipologie di valutazione economica (in particolare l'analisi costi benefici)

Analisi critica di una valutazione economica

5. Le politiche per la sicurezza fra pubblico e privato una lettura nella prospettiva dell’analisi economica (20 ore)

I principi e le scelte di giustia fiscale per il consenso dell'azione pubblica

Sicurezza sociale e sistemi sanitari

Sicurezza del lavoro, contratti, previdenza

Sicurezza e deterrenza

Sicurezza e ordine pubblico (deterrenza e repressione degli illeciti)

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding):
Lo studente, al termine del corso, avrà acquisito le conoscenze teoriche di base dell'economia politica e dell'economia del benessere attraverso: la padronanza dei concetti di efficienza ed equità di una economia di mercato; la conoscenza degli interventi che il settore pubblico può mettere in atto a correzione delle dinamiche di mercato; la conoscenza degli strumenti che lo Stato usa per metter in atto il suo intervento in materia di politiche sulla sicurezza.


Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding):
Lo studente sarà in grado di leggere le dinamiche e le modalità dell’intervento pubblico: regolamentazione e spesa pubblica (welfare state) attraverso l’utilizzo di elementi di matematica di base ovvero curve, funzioni, tabelle e grafici.


Autonomia di giudizio (making judgements):
Lo studente avrà sviluppato una sufficiente capacità critica per valutare l’adeguatezza e l’efficacia delle politiche pubbliche in materia di disegno delle politiche per la sicurezza rispetto alle ragioni teoriche che le motivano e rispetto ai vincoli che ne limitano l’efficienza e l’attuazione.


Abilità comunicative (communication skills):
Lo studente imparerà a spiegare i contenuti che caratterizzano l’analisi dell’intervento pubblico; dovrà saper argomentare criticamente le ragioni che ne influenzano l’efficacia e dovrà utilizzare padronanza dei linguaggi simbolici legati agli strumenti matematico descrittivi utilizzati nel corso e alle rappresentazioni grafiche di informazione e dati.


Capacità di apprendere (learning skills):
A completamento del corso gli studenti avranno acquisito una buona autonomia nella lettura dei materiali di studio e di materiali reperibili sui media con riferimento ai temi del corso. Lo studente avrà acquisito la capacità, alla luce delle proprie conoscenze, di valutare criticamente fenomeni e situazioni che caratterizzano il ruolo dello stato nella realtà quotidiana con riferimento al tema del disegno delle politiche per la sicurezza.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Eventuali materiali aggiuntivi o attività di supporto alla didattica verranno caricati o comunicate sulla piattaforma moodle in modalità e-learning.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, seminari. Studio di casi e didattica attiva (modalità innovativa sperimentale) con il coinvolgimento degli studenti in aula. Assistenza agli studenti in modalità mista (previo accordo diretto con il docente). 

Didattica innovativa

Studio di casi e didattica attiva (modalità innovativa sperimentale) con il coinvolgimento degli studenti in aula. Assistenza agli studenti in modalità mista (previo accordo diretto con il docente). Utilizzo della piattaforma Moodle.

Obblighi

Il corso non prevede obblighi particolari

Testi di studio

Testo base: Giuseppe Sobbrio, Economia del settore pubblico, Giuffré, Ultima edizione (Con esclusione dei capitoli VIII, IX e della Parte III del libro ad eccezione dei capitoli X e XI).

Altri materiali verranno indicati dal docente attraverso la piattaforma Moodle in modalità e-learning.

Modalità di
accertamento

I risultati di apprendimento attesi verranno valutati attraverso una prova scritta che prevede domande aperte e l'ausilio di grafici per spiegare gli argomenti richiesti. Il tempo a disposizione per rispondere alle domande proposte è di 1 ora. I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze, il grado di articolazione della risposta, il grado di adeguatezza della spiegazione, il grado di utilizzo di strumenti matematici, il grado di accuratezza dell’analisi e l’utilizzo di esempi esplicativi.

Ciascuno dei criteri è valutato sulla base di una scala di valori/giudizi a quattro livelli (insuff., suff., buono, ottimo) con particolare peso assegnato al livello di padronanza delle conoscenze, al grado di articolazione della risposta e all’adeguatezza della spiegazione.

Il voto della prova scritta è espresso in trentesimi.

Superata la prova scritta (18/30), lo studente potrà, se vuole, accedere ad una prova orale a scopo integrativo. La valutazione finale sarà composta dalla valutazione ottenuta sull'elaborato scritto corretta con la valutazione ottenuta nell'orale.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Il programma è lo stesso degli studenti frequentanti.

Il docente metterà a disposizione degli studenti materiale didattico nella piattaforma Moodle in modalità e-learning.

Obblighi

Il corso non prevede obblighi particolari

Testi di studio

Testo base: Giuseppe Sobbrio, Economia del settore pubblico, Giuffré, Ultima edizione (Con esclusione dei capitoli VIII, IX e della Parte III del libro ad eccezione dei capitoli X e XI).

Altri materiali verranno indicati dal docente attraverso la piattaforma Moodle in modalità e-learning.

Modalità di
accertamento

I risultati di apprendimento attesi verranno valutati attraverso una prova scritta che prevede domande aperte e l'ausilio di grafici per spiegare gli argomenti richiesti. Il tempo a disposizione per rispondere alle domande proposte è di 1 ora. I criteri di valutazione sono: il livello di padronanza delle conoscenze, il grado di articolazione della risposta, il grado di adeguatezza della spiegazione, il grado di utilizzo di strumenti matematici, il grado di accuratezza dell’analisi e l’utilizzo di esempi esplicativi.

Ciascuno dei criteri è valutato sulla base di una scala di valori/giudizi a quattro livelli (insuff., suff., buono, ottimo) con particolare peso assegnato al livello di padronanza delle conoscenze, al grado di articolazione della risposta e all’adeguatezza della spiegazione.

Il voto della prova scritta è espresso in trentesimi.

Superata la prova scritta (18/30), lo studente potrà, se vuole, accedere ad una prova orale a scopo integrativo. La valutazione finale sarà composta dalla valutazione ottenuta sull'elaborato scritto corretta con la valutazione ottenuta nell'orale.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 08/09/2022


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top