Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


DIRITTO PENALE E ORDINE PUBBLICO - I MODULO mutuato
CRIMINAL LAW AND PUBLIC ORDER - PART I

A.A. CFU
2022/2023 6
Docente Email Ricevimento studenti
Alessandro Bondi Al termine di lezioni ed esami
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Tedesco Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il Corso offre gli strumenti per la conoscenza, comprensione, applicazione e valutazione dei Reati in generale (Libro I del codice penale) propedeutici alla gestione delle disposizioni in tema di ordine e della sicurezza pubblica.

Programma

  • I principi della responsabilità penale
  • La struttura del reato
  • Le forme di manifestazione del reato
  • Il sistema sanzionatorio
  • Le disposizioni di ordine e sicurezza pubblica

Eventuali Propedeuticità

  • Diritto costituzionale

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e comprensione (Knowledge and understanding)

  • dei criteri di legittimazione del diritto penale, dello scopo della pena e della politica criminale
  • dei principi generali di diritto penale
  • delle norme  e istituti di diritto penale
  • delle disposizioni di ordine e sicurezza pubblica

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

  • di ricercare, interpretare, applicare le norme penali

Autonomia di giudizio

  • valutare e gestire la complessità normativa e giurisprudenziale

Making judgements

  • offrire elementi di critica e novità per interpretazione e creazione normativa 

Communication skills

  • redigere commenti a sentenze e pareri giuridici  in forma scritta e orale
  • descrivere e valutare il dato empirico e l'applicazione adattandosi a riforme e mutamenti legislativi, giurisprudenziali e dottrinali

Learning skills

  •  nozioni basiche per aggiornamento permanente

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Seminari, conferenze, esercitazioni, scritti, video, blog, podcasting. Moot court (http://people.uniurb.it/AlessandroBondi/Corso_Diritto_Penale/Obiettivo_corso.html)


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni, Mind Mapping 3D, discussioni guidate (metodo socratico), esercitazioni, video, elaborati scritti su questioni giurisprudenziali (max 4 pagine), esposizione (Moot court)

Obblighi

Partecipazione a lezioni, seminari, esercitazioni, conferenze (assenze ingiustificate max 3 lezioni)

Testi di studio

A scelta dello studente, uno dei seguenti manuali sulla parte generale del diritto penale:

  • Marinucci/Dolcini/Gatta, Manuale di diritto penale, Parte generale, Giuffrè, ultima edizione (schemi e parti in caratteri ridotti sono da considerare come occasioni per migliorare conoscenza e competenza della materia)
  • Padovani, Diritto penale, Giuffrè, ultima edizione
  • Pulitanò, Diritto penale, Giappichelli, ultima edizione
Modalità di
accertamento

L'esame prevede una prova orale al termine di entrambi i moduli. 

Con l'esame s'intende verificare  la comprensione degli istituti e dei nessi tra essi esistenti, valutando anche il raggiungimento di un’adeguata capacità espressiva e di organizzazione del discorso (tre o più domande in 'doppio passaggio': membro della commissione e professore di diritto penale).

Opzionale. I frequentanti potranno anche discutere in Moot court (confronto in un processo simulato) il parere pro veritate (Definizione) che avranno elaborato (max 4 pagine) su un tema oggetto di sentenza. Il parere pro veritate verrà assegnato entro il mese di marzo e dovrà essere consegnato un mese prima della prova intermedia. Il parere verrà corretto. Durante il corso, si offriranno seminari per migliorare le proprie competenze espositive scritte e orali. Scritto ed esposizione orale del parere pro veritate saranno valutati  aumentando il voto finale da 0 a 3 punti.

I criteri di valutazione e i punteggi sono determinati secondo la seguente scala:

  • meno di 18/30: livello di competenza insufficiente. ll candidato non raggiunge nessuno dei risultati di apprendimento previsti al punto “conoscenza e capacità di comprensione”;
  • 18-20/30: livello di competenza sufficiente. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti al punto “conoscenza e capacità di comprensione”;
  • 21-23/30: livello di competenza pienamente sufficiente. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione” e “conoscenza e capacità di comprensione applicate”;
  • 24-26/30: livello di competenza: buono. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione”; “conoscenza e capacità di comprensione applicate” e “autonomia di giudizio”;
  • 27-29/30: livello di competenza molto buono. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione”; “conoscenza e capacità di comprensione applicate”; “autonomia di giudizio” e “abilità comunicative”;
  • 30-30 e lode: livello di competenza eccellente. Il candidato raggiunge pienamente i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione”; “conoscenza e capacità di comprensione applicate”; “autonomia di giudizio”; “abilità comunicative” e “capacità di apprendere”. 
Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio
  • Marinucci/Dolcini/Gatta, Manuale di diritto penale, Parte generale, Giuffrè, ultima edizione (schemi e parti in caratteri ridotti sono da considerare come occasioni per migliorare conoscenza e competenza della materia)
Modalità di
accertamento

L'esame prevede una prova orale.

Con l'esame s'intende verificare  la comprensione degli istituti e dei nessi tra essi esistenti, valutando anche il raggiungimento di un’adeguata capacità espressiva e di organizzazione del discorso (tre o più domande in 'doppio passaggio': membro della commissione e professore di diritto penale).

I criteri di valutazione e i punteggi sono determinati secondo la seguente scala:

  • meno di 18/30: livello di competenza insufficiente. ll candidato non raggiunge nessuno dei risultati di apprendimento previsti al punto “conoscenza e capacità di comprensione”;
  • 18-20/30: livello di competenza sufficiente. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti al punto “conoscenza e capacità di comprensione”;
  • 21-23/30: livello di competenza pienamente sufficiente. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione” e “conoscenza e capacità di comprensione applicate”;
  • 24-26/30: livello di competenza: buono. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione”; “conoscenza e capacità di comprensione applicate” e “autonomia di giudizio”;
  • 27-29/30: livello di competenza molto buono. Il candidato raggiunge, in particolare, i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione”; “conoscenza e capacità di comprensione applicate”; “autonomia di giudizio” e “abilità comunicative”;
  • 30-30 e lode: livello di competenza eccellente. Il candidato raggiunge pienamente i risultati di apprendimento previsti ai punti “conoscenza e capacità di comprensione”; “conoscenza e capacità di comprensione applicate”; “autonomia di giudizio”; “abilità comunicative” e “capacità di apprendere”. 
Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Note

Durante il corso, nell'ambito del Laboratorio di diritto vivente, si svilupperanno lezioni per la preparazione di pareri pro-veritate e simulazioni processuali, al fine di acquisire di migliorare le capacità comunicative scritte e orali in campo penalistico

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 30/06/2022


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top